Juventus-Atalanta, Allegri svela tutto: “L’ultima finale…”

0
203

Juventus-Atalanta, Massimiliano Allegri sta parlando proprio adesso in conferenza stampa. Ecco le parole del tecnico dei bianconeri in vista della finale di Coppa Italia

La partita dell’anno quella di domani sera. Contro l’Atalanta, la Juventus di Massimiliano Allegri, si gioca la possibilità di vincere un trofeo dopo due anni senza nessuna festa. E sappiamo benissimo come questa cosa sia impossibile, soprattutto dopo anni di trionfi ininterrotti.

Juventus-Atalanta
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella insieme a Massimiliano Allegri oggi a Roma (Lapresse) – Juvelive.it

Centrata la qualificazione alla prossima Champions League, la partita contro la formazione di Gasperini è realmente l’ultimo impegno importante dell’anno, probabilmente anche l’ultima partita vera di Allegri, destinato all’addio. Ed è proprio il tecnico che sta parlando proprio adesso in conferenza stampa. E andiamo a leggere insieme le sue parole e come la sua squadra ha preparato la sfida. Allegri, in caso di vittoria domani, sarebbe il primo tecnico a vincere 5 Coppa Italia nella sua carriera. Un record.

Le parole di Allegri in vista di Juventus-Atalanta

“Alla partita arriviamo bene, speriamo domani sera meglio. Abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato. Sarà una partita complicata, ma lo sapevamo già prima”. Le prime parole di Allegri.

La cessione riscrive il mercato Juventus: Danilo rossonero
Danilo (Lapresse) – Juvelive.it

“Domani indipendentemente dalla tattica e dalla tecnica, servirà disponibilità in campo, bisogna vincere duelli. L’Atalanta ha delle ottime qualità tecniche e fisiche”.

“Quando si giocano le finali di solito c’è un 50% di vincerle. Devi essere bravo a portare l’episodio dalla tua parte, sapendo che con loro non finiscono mai. Per esperienza ho imparato che in un attimo tutto si può rovesciare a favore o contro. Dobbiamo essere bravi, perché per tutti noi domani potrebbe essere l’ultima finale“.

“Ripeto fino alla noia: l’obiettivo era quello di prendersi la Champions League. Che sembra facile ma non lo è. Domani è una finale: quando partecipi sono tutti eventi, e se vinci festeggi. Se perdi tocca portarsi dietro due-tre giorni di bocconi amari. Ma essere agli eventi non è da tutti”.

“Può essere sulla falsa riga delle gare di campionato quella di domani – ha detto ancora – nelle partite secche i dettagli fanno la differenza. Se mettiamo in campo l’attenzione giusta è difficile giocarci contro. L’Atalanta ha delle caratteristiche importanti. L’altro giorno con la Roma ho visto una gara straordinaria, ma poi sul 2-1 è cambiata. Dobbiamo stare dentro con testa ed equilibrio”.

In conferenza c’era anche Danilo, che ha parlato così delle sue condizioni fisiche: “Sto bene. Ho avuto un piccolo problemino però ho recuperato bene e ho lavorato bene in questi giorni. Poi è una partita talmente importante che il corpo ascolta e sente e recupera più in fretta”. “Non sappiamo cosa succederà nei prossimi giorni, ma promettiamo che domani lasceremo tutto in campo” ha detto ancora Danilo.