Dal futuro di Allegri a quello di Koopmeiners: Giuntoli lo ha ‘escluso’

0
14

Seppur con grande fatica alla Juventus è riuscita a centrare l’obiettivo minimo stagionale, la conquista di un piazzamento Champions.

In questo 2024 il cammino della squadra allenata da Massimiliano Allegri è stato alquanto deludente. Per fortuna piccoli passi i bianconeri sono riusciti comunque a tagliare il loro traguardo. Giocare in Europa è fondamentale non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello economico.

Dal futuro di Allegri a quello di Koopmeiners: Giuntoli lo ha 'escluso'
Cristiano Giuntoli (LaPresse)

Si respira aria di cambiamento in casa Juventus, ma se ne saprà di più solamente quando sarà conclusa ufficialmente la stagione. Perché se è vero che le ultime due partite di campionato saranno ininfluenti ai fini della qualificazione Champions, bisogna assolutamente mettere in copertina il fatto che i bianconeri si giocheranno la conquista della Coppa Italia nella finalissima contro l’Atalanta. Chiaramente riuscire a portare a casa un trofeo sarebbe il giusto trampolino di lancio per un futuro più roseo, con la società che sarà chiamata a fare tanti investimenti.

Juventus, Giuntoli “dribbla” le domande su Allegri

Poco prima del fischio d’inizio dell’incontro, intervistato ai microfoni di Mediaset, ha parlato Cristiano Giuntoli. L’uomo chiamato a dare una svolta al mercato di una Juventus che vuole sognare in grande. “E’ per me una grande emozione, anche da tifoso, è il coronamento di un’annata importante. Dopo aver conquistato la Champions i ragazzi ci hanno portato anche in finale di Coppa Italia, speriamo di fare una bella figura”.

Dal futuro di Allegri a quello di Koopmeiners: Giuntoli lo ha 'escluso'
Massimiliano Allegri (LaPresse)

E’ chiaro che non si poteva non parlare di calciomercato: “Non ci stiamo pensando – ha detto – ci dovremo organizzare, facendo il punto con il mister e con la società. C’è tempo”. Giuntoli dunque abbastanza sulla difensiva, e lo conferma anche rispondendo alla domanda su Koopmeiners: “È sicuramente un bravo calciatore, l’Atalanta ne è piena. Io però voglio parlare dei nostri, che sono bravi e ci hanno portato a questa finale. Vogliamo godercela fino in fondo”.