Allegri, chiusura anticipata: comunicato UFFICIALE

0
6

Allegri, la sfuriata avuta al termine della finale di Coppa Italia finisce per costare carissima al tecnico bianconero. 

Ormai è tutto chiaro: Massimiliano Allegri, di rabbia, ne covava davvero parecchia. E ieri, al termine della partita con l’Atalanta, si è trasformato in un vero e proprio vulcano in eruzione. Poco prima che l’arbitro Maresca fischiasse la fine del match che ha visto trionfare i bianconeri ed aggiudicarsi la quindicesima Coppa Italia della loro storia, il tecnico livornese non c’ha visto più ed ha perso letteralmente la testa.

Allegri, chiusura anticipata: comunicato UFFICIALE
Landucci e Allegri – Juvelive.it (Ansa)

In pieno recupero è sbottato per una controversa decisione arbitrale, avvicinandosi con fare aggressivo al quarto uomo. Poi si è tolto giacca, cravatta e camicia – scena che i tifosi juventini hanno imparato a conoscere molto bene – e non è stato tenere non solo con il direttore di gara ma anche con il designatore Rocchi, che ha cercato con lo sguardo in tribuna, invocandolo a gran voce. Ne ha avuto per tutti, Allegri, forse consapevole del fatto che la finale di coppa potesse coincidere con la sua ultima presenza sulla panchina della Vecchia Signora. Una storia che è destinata a concludersi dopo un triennio ad altissima tensione, in cui non c’è stata settimana in cui l’allenatore originario di Livorno non sia stato bersagliato dalle critiche.

Allegri, due giornale di squalifica e ammenda per il tecnico

Di sicuro non lo rivedremo più in panchina in questa stagione, visto che è appena arrivata una squalifica di due turni, oltre a un’ammenda di 5000 euro.

Dal futuro di Allegri a quello di Koopmeiners: Giuntoli lo ha 'escluso'
Massimiliano Allegri (LaPresse)

Allegri dunque non guiderà la Juventus né nella sfida di lunedì prossimo contro il Bologna e né nell’ultima giornata di campionato con il Monza. Questa la motivazione, ufficializzata poco fa dal giudice sportivo: “Al 50° del secondo tempo – si legge – si avvicinava al Quarto Ufficiale con atteggiamento aggressivo e di platealee polemico dissensoper contestare una decisione arbitrale; alla notifica del provvedimento di espulsione reiterava tale atteggiamento rivolgendo anche espressioni irriguardose sull’operato degli Ufficiali di gara; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale; dopo la notifica del provvedimento di espulsione e prima di abbandonare il recinto di gioco, rivolgeva inoltre gesti irridenti nei confronti del Direttore di gara”.