Per il “pupillo” di Giuntoli adesso c’è la fila: l’asso nella manica del presidente

0
49

Per il “pupillo” di Giuntoli adesso c’è la fila, dopo la vittoria della Coppa Italia in casa Juve si continua a programmare il futuro. 

Qualificazione alla prossima Champions League e Coppa Italia. La Juventus alla fine ce l’ha fatta a raggiungere entrambi gli obiettivi stagionali. C’è riuscita nonostante un’annata per certi versi “balorda”, caratterizzata da un girone d’andata oltre ogni più rosea aspettativa e da un girone di ritorno che definire deludente è un eufemismo (soltanto tre vittorie da febbraio in poi).

Per il “pupillo” di Giuntoli adesso c’è la fila: l’asso nella manica del presidente
Giuntoli – Juvelive.it (Lapresse)

La rete di Vlahovic che ha deciso la finale di Coppa Italia con l’Atalanta ha regalato in ogni caso una gioia che i tifosi bianconeri attendevano da tempo. La Signora è tornata a rimpinguare la propria bacheca, che non vedeva alcun nuovo “ingresso” da tre anni esatti. Una soddisfazione anche per Massimiliano Allegri, che a partire dalla prossima stagione non sarà più l’allenatore della Juventus. La palla adesso passa a Cristiano Giuntoli: una volta risolto il contratto del tecnico livornese, il responsabile dell’area tecnica bianconera potrà continuare a programmare con serenità. Stando ai rumors, ormai sempre più frequenti, a prendere il posto di Allegri sarà con ogni probabilità Thiago Motta.

Per il “pupillo” di Giuntoli adesso c’è la fila, Greenwood può restare al Getafe

Un tecnico dalle idee molto diverse da quelle di Allegri e che necessita anche di maggiore qualità in tutte le zone del campo per praticare un gioco di sicuro più offensivo.

L'Atletico Madrid sfida la Juventus per Greenwood
Greenwood (Lapresse) – Juvelive.it

Uno dei primi “regali” che Giuntoli vorrebbe fargli è quel Mason Greenwood che l’ex diesse del Napoli segue da diverso tempo. L’attaccante di proprietà del Manchester United si (ri)messo in luce durante il prestito al Getafe, nella Liga spagnola, realizzando 10 gol in 32 partite. La volontà del giocatore, tuttavia, sarebbe quella di restare un altro anno in Spagna, come conferma il portale TeamTalk.com. Il Getafe, grazie ad una percentuale del 20%, potrebbe infatti pagare Greenwood meno di qualunque altro club. Oltre alla Juventus infatti su di lui ci sono anche le tre big di Spagna, il Bayern Monaco e l’Aston Villa.