Rabiot in Serie A, ma non alla Juventus: il tradimento riscrive il campionato

0
37

Rabiot in Serie A, il futuro del centrocampista francese resta in bilico. Nei prossimi giorni incontro con Giuntoli per il rinnovo.

Tra i giocatori più legati a Massimiliano Allegri c’era anche Adrien Rabiot, che dopo l’esonero del tecnico livornese, avvenuto a distanza di due giorni dal trionfo in Coppa Italia, ha voluto salutarlo anche attraverso i social.

Rabiot in Serie A, ma non alla Juventus: il tradimento riscrive il campionato
Rabiot – Juvelive.it (Lapresse)

“Meritavi un addio diverso”, ha scritto il centrocampista francese, rinato proprio sotto la sua guida. Rabiot logicamente deve tanto ad Allegri ed avrebbe continuato volentieri a seguire i suoi consigli. In tanti adesso si chiedono cosa deciderà di fare, se firmerà il rinnovo con la Juventus oppure sceglierà di intraprendere una nuova avventura, magari in un campionato diverso. La scorsa estate l’ex PSG, in scadenza di contratto, rinnovò per un solo anno, una formula che ha fatto sorgere qualche dubbio sia tra i tifosi che tra gli addetti ai lavori. Stando agli ultimi rumors, il centrocampista transalpino non ha ancora preso una decisione e molto dipenderà dall’incontro che avrà a breve con Cristiano Giuntoli, responsabile dell’area tecnica bianconera. Non è dato sapere se sia disposto a restare a Torino adesso che non c’è più Allegri sulla panchina della Juventus.

Rabiot in Serie A, l’Inter continua a muoversi sottotraccia

Se le indiscrezioni dovessere essere confermate, e dunque Thiago Motta nei prossimi giorni diventerà il nuovo allenatore della Juventus, Rabiot farà delle valutazioni.

I due si conoscono, hanno giocato insieme ai tempi del PSG, ma ci sono altre variabili che possono influenzare la scelta del francese. Le offerte dall’estero non mancano e le sirene della Premier League, si sa, a volte possono essere irresistibili. Arrivano tuttavia conferme del fatto che per Rabiot si stia muovendo, sottotraccia, anche l’Inter. Lo rivela tramite il suo profilo X lo speaker radiofonico Edoardo Mecca. “Semplice azione di disturbo oppure reale interesse? Vedremo”, queste le sue parole.