Calciomercato Juventus, l’affare sorprende tutti: Milik pedina di scambio

0
28

Calciomercato Juventus, un affare che sorprende tutti. Milik come pedina di scambio, ecco cosa può succedere.

In un tentativo di sbloccare la trattativa per Riccardo Calafiori, la Juventus avrebbe proposto al Bologna l’inclusione di Arek Milik, attaccante polacco in uscita dal club bianconero. Tuttavia, il trasferimento di Milik non si prospetta semplice per una serie di ragioni.

Arkadiusz Milik – Juvelive.it (LaPresse)

Il primo ostacolo è la volontà di Milik di rimanere a Torino. L’attaccante spera di impressionare il nuovo allenatore, Thiago Motta, e ritagliarsi un ruolo significativo nella squadra. Questo desiderio di permanenza complica notevolmente le possibilità di un suo trasferimento.

Milik nell’affare Calafiori: scambio con il Bologna

Riccardo Calafiori
Riccardo Calafiori (Lapresse) – Juvelive.it

Il secondo problema riguarda lo stipendio del giocatore, che si aggira intorno ai 3,5 milioni di euro netti a stagione. Una cifra considerevole che il Bologna potrebbe trovare difficile da sostenere. L’unica soluzione praticabile sembra essere quella di un prestito. In questo scenario, la Juventus dovrebbe essere disposta a coprire una parte dell’ingaggio di Milik, rendendo l’operazione più sostenibile per il Bologna. Tuttavia, resta da vedere se le parti riusciranno a trovare un accordo che soddisfi tutte le esigenze coinvolte.

Come scrivono da ‘La Gazzetta dello Sport’, la Juventus spera che questa mossa possa facilitare l’arrivo di Calafiori, ma il futuro di Milik rimane incerto, con molte variabili ancora in gioco. Certamente l’obiettivo del polacco è quello di rimanere a Torino dove ha dimostrato di trovarsi alla grande e di esserci nei match decisivi. Le sue giocate ma anche la sua esperienza possono essere di grande aiuto nel proseguo della stagione, laddove la Juventus dovrà giocarsi anche, tanto, in Europa: quel palcoscenico che ricalca dopo un anno di fermo. Rimaniamo dunque in attesa di ulteriori novità in merito alla questione, con il grande auspicio che la società sceglierà il massimo per la squadra del presente.