Cataclisma improvviso, un’icona della Juve dà l’addio al calcio

0
30

Terremoto in casa della Juventus: una vera e propria icona della ‘Vecchia Signora’ dà l’addio al calcio giocato

Con un uno due a firma di Federico Chiesa e di Alex Sandro la Juventus ha liquidato, allo ‘Stadium’, il Monza chiudendo così con una vittoria un campionato iniziato tra lo scetticismo generale e molte incognite.

Cataclisma Juve: si ritira un'icona
Un’icona bianconera dà l’addio al calcio (LaPresse)-juvelive.it

Si conclude, dunque, con una vittoria anche l’avventura sulla panchina bianconera di Paolo Montero, subentrato all’esonerato Max Allegri. L’ex difensore uruguaiano ritorna alla guida della primavera della “Vecchia Signora” dopo aver messo in cascina 4 punti (anche il punto esterno per il rocambolesco pari in rimonta dal 3-0 contro il Bologna) dimostrando così di essere una valida soluzione tampone in caso di necessità.

Ma l’ultima partita stagionale è stata anche l’ultima con la maglia bianconera del brasiliano Alex Sandro e addirittura della carriera di una vera icona della Juventus.

L’ex capitano della Juve, Leonardo Bonucci, si ritira dal calcio

Fine dei giochi per Leonardo Bonucci che dopo l’ultima partita della Super Lig (il massimo campionato turco) con la maglia del Fenerbahce dice basta con il calcio giocato.

A ufficializzarlo è stato proprio il club turco che ha omaggiato l’ex capitano della ‘Vecchia Signora’ con una maglia autografata da tutta la squadra, con Bonucci che ha ricevuto l’abbraccio dei compagni, dello staff tecnico e dei dirigenti al termine del match contro l’Istanbulspor.

Bonucci, addio al calcio giocato
Bonucci appende le scarpette al chiodo (Ansa)-juvelive.it

Abbracci e commozione ma nessun happy end dal momento che il Fenerbahçe, nonostante il ‘set’, 6-0, rifilato al retrocesso Istanbulspor, deve accontentarsi del secondo posto, staccato di 3 punti dal Galatasaray che si è laureato campione di Turchia per la 24esima volta nella sua storia grazie al successo in casa del Konyaspor per 1-3 che porta la firma dell’ex nerazzurro Mauro Icardi, autore di una doppietta.

È stato un piacere per me far parte di questa meravigliosa famiglia. Ho cercato di mostrare il mio meglio dentro e fuori dal campo“, la dichiarazione del campione d’Europa 2021 contenuta nel suddetto comunicato.

E di certo il suo meglio lo ha dato proprio indossando il bianconero della Juventus di cui è stato una colonna dal 2010 al 2023, tranne la parentesi milanista nella stagione 2027-18, collezionando 357 presenze totali, condite da 27 gol, e vincendo otto scudetti, cinque Supercoppe italiane e quattro Coppe Italia.

Molto meno intensa e fortunata l’avventura con il Fenerbahçe dove è approdato durante il mercato invernale dopo la prima parte di stagione con i colori dell’Union Berlino. Sei mesi durante i quali ha raggranellato 13 apparizioni, con la macchia del decisivo penalty fallito nella lotteria dei rigori nel return match contro l’Olympiacos in Conference League che ha  sancito l’eliminazione dei gialloblù di Istanbul ai quarti di finale della competizione.

Se è certo il suo ritorno in Italia, resta da capire cosa vorrà fare ‘da grande’ Bonucci che non ha mai nascosto l’intenzione di voler diventare allenatore e che, in fondo, un po’ allenatore lo era già quando calcava il manto erboso.