La diavoleria manda la Juventus all’inferno: all in da 70 milioni

0
22

Calciomercato Juventus, i bianconeri sono alla ricerca del colpo grosso in Premier League ma potrebbero essere mandati all’inferno dall’assalto Red Devils

Il colpo grosso in mezzo al campo secondo le informazioni che sono uscite fuori nelle ultime ore, la Juventus sta cercando di farlo in Premier League.

La diavoleria manda la Juventus all’inferno: all in da 70 milioni
Giuntoli (Lapresse) – Juvelive.it

Il nome di Douglas Luiz dell’Aston Villa sembra essere quello caldo, nonostante una richiesta di 60milioni di euro da parte del club inglese. Ma la Juve vorrebbe inserire nell’operazione anche McKennie, che farebbe abbassare di almeno 25-30milioni le richieste della società inglese. Insomma, si tratta e anche in maniera abbastanza serrata. Ma serve tempo per chiudere un’operazione del genere e potrebbe anche non essere sufficiente. Soprattutto se venissero confermate tutte le indiscrezioni che in questo caso sono state riportate da fichajes.net che vedono il centrocampista nel mirino di altre società. Sempre al di là della Manica.

Calciomercato Juventus, ecco la situazione

Dalla Spagna infatti sottolineano come sul giocatore non ci sia solo l’interesse di Cristiano Giuntoli, ma di almeno altri tre club di Premier League. Dopo una stagione con dieci gol e dieci assist in 53 presenze, impossibile non mettere sotto osservazione un giocatore che ha decisamente fatto la differenza.

Unai Emery ha detto sì alla Juve
Douglas Luiz è tra i principali obiettivi della Juve a centrocampo (LaPresse) – Juvelive.it

Quindi, oltre Arsenal e Tottenham, appare assai probabile un assalto del Manchester United per una cifra vicina ai 70milioni di euro. E in questo caso senza nessuna contropartita tecnica. Un assalto vero e proprio che potrebbe, ovviamente, far pendere l’ago della bilancia nei confronti dello United che vuole tornare a vincere nel massimo campionato inglese o per meglio dire iniziare di nuovo a lottare dopo anni abbastanza difficili. E per farlo servono comunque investimenti che da quelle parti sembrano proprio intenzionati a fare.