Escluso dalla Juventus: Mourinho se lo regala subito

0
25

Escluso dalla Juventus, il tecnico portoghese farà il possibile per portarlo con sé nella sua nuova avventura. 

Una delle notizie che negli ultimi giorni ha lasciato un po’ tutti a bocca aperta è stata quella dell’approdo di José Mourinho in Turchia. L’allenatore portoghese, esonerato dalla Roma a gennaio, ha detto sì al Fenerbahçe, arrivato secondo dietro agli acerrimi rivali del Galatasaray nell’ultimo campionato turco. Un “matrimonio” che sorprende, dal momento che in tanti erano convinti che il futuro di “Mou” potesse essere in Premier League.

Escluso dalla Juventus: Mourinho se lo regala subito
Mourinho – Juvelive.it (Ansa)

L’ex allenatore di Inter, Real Madrid, Chelsea, Manchester United, Tottenham e Roma inizia dunque una nuova avventura, che definiremmo quasi “esotica”. All’indomani dell’annuncio è stato accolto come un “imperatore” dal popolo gialloblù non appena ha messo piede a Istanbul e nella sua prima intervista ha rilasciato dichiarazioni tutt’altro che banali. Innanzitutto c’ha tenuto a precisare che non chiederà alla dirigenza del Fenerbahçe di comprargli dei giocatori attualmente sotto contratto con la Roma. Non è detto, però, che cerchi di convincere a sbarcare in Turchia qualche altro suo pupillo. Pierre-Emile Hojbjerg, ad esempio, un giocatore che Mourinho ha conosciuto ai tempi del Tottenham.

Escluso dalla Juventus, il Fenerbahçe fa sul serio per Hojbjerg

Il centrocampista danese, cercato con insistenza anche dalla Juventus nell’ultimo mercato di gennaio, quest’anno ha visto ridursi drasticamente il minutaggio.

Le sue caratteristiche, infatti, non collimano con le idee di gioco dell’allenatore degli Spurs Ange Postecoglou, che in quella zona di campo predilige giocatori dai piedi meno “ruvidi” di Hojbjerg. Ed ecco che tra le pretendenti del nazionale danese, secondo il portale inglese Caughtoffside, da questo momento ci sono anche i turchi, che però dovranno fare i conti con il Napoli. Gli azzurri, che stanno per dare l’ufficialità dell’arrivo di Antonio Conte, potrebbero fiondarsi sul calciatore, considerando che anche il tecnico salentino (anche lui passato da Londra) stima molto il mediano nativo di Copenaghen.