“Ecco cosa mi disse Vialli”, retroscena Juve: un campione svela la verità

0
11

Gianluca Vialli ha lasciato un segno indelebile nella storia del calcio: un campione ha svelato un altro retroscena alla Juve

Quando si parla di Gianluca Vialli, ci sono davvero tante cose da raccontare. È di sicuro una storia d’amore, quella con lo sport e i suoi valori, con il campo nella sua essenza più pura, che l’ex centravanti ha sempre onorato sul terreno di gioco come in panchina.

Nuovo retroscena su Vialli
Un campione ha svelato un dialogo con Vialli (LaPresse) – juvelive.it

È anche una questione di leadership, e leader lo è stato nell’ultima grande spedizione in Nazionale negli Europei vinti e in tante partite in carriera, in cui non ha mai mollato. Una terribile malattia ci ha portato via anzitempo una persona e un professionista meraviglioso, capace di scrivere nuove pagine di storia per il gioco più bello del mondo. E non solo, perché è riuscito spesso a lasciare dei consigli molto importanti anche ai più giovani, soprattutto a chi era impegnato in quel momento sul campo.

L’ha fatto anche con Leonardo Bonucci. Il difensore si è ritirato dal calcio giocato dopo tanti scudetti, successi in Nazionale e anche diverse delusioni. L’ormai ex centrale ha svelato anche un nuovo retroscena su Vialli.

L’aiuto di Vialli a Bonucci: le parole dopo l’esclusione dai Mondiali

Dopo la scelta di ritirarsi, Bonucci ha raccontato il suo percorso alla ‘Gazzetta dello Sport’ e ha parlato anche della gestione dei momenti più duri, tra cui ha messo l’eliminazione dai due Mondiali. E proprio qui entra in gioco l’ex bomber bianconero, che ha saputo dire parole molto sagge al perno difensivo della Nazionale.

Nuovo retroscena su Vialli
Bonucci ha dovuto gestire la delusione per l’eliminazione dai Mondiali (LaPresse) – juvelive.it

“Dopo il secondo ho avuto la fortuna di incontrare Vialli, grandissima persona, che su una panchina a Coverciano mi disse: ‘Sei uno dei più vecchi, devi reagire, non pensare che tutto sia finito’. Senza quello forse non ci sarebbe stato l’Europeo 2021, uno dei ricordi più dolci”, ha rivelato Bonucci.

Questo fa capire per l’ennesima volta quanto sia stato importante Vialli in quel trionfo clamoroso con Roberto Mancini in panchina e anche perché sia stato così tanto celebrato e amato nella festa azzurra. Bonucci ha anche aggiunto: “Le finali di Champions sono state dolorose come l’addio alla Juve, però di bello c’è stato un percorso lunghissimo di successi. Non potevo chiedere di meglio“. E presto probabilmente lo rivedremo nella vesti di allenatore e anche in questo caso, Leo ha un sogno: Alzare la Champions da tecnico della Juve”.