La Juventus ne cambia sette: 65 milioni rivoluzionano la rosa

0
9

Guardare avanti con la massima fiducia è un must in questo periodo dell’anno per i tifosi di una Juventus che vuole crescere tanto.

Lo scorso anno, calcisticamente parlando, si è chiuso con la conquista della Coppa Italia e con la tanto sospirata qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Missione compiuta dunque per Allegri e per i suoi ragazzi, con la dirigenza che a due partite dalla fine ha deciso per il cambio in panchina.

La Juventus ne cambia sette: 65 milioni rivoluzionano la rosa
Cristiano Giuntoli (ansa)

Al posto del livornese andrà Thiago Motta, ormai ex del Bologna. Che dovrà cercare di coniugare i risultati con il bel gioco. La Juventus nella prossima stagione dovrà essere molto ambiziosa. Sarà impegnata su più fronti, ma l’obiettivo primario sarà riportare lo scudetto a Torino. Dove ormai manca da troppo tempo. Per cercare di vincere, in Italia ma anche in Europa, ci sarà bisogno di volti nuovi in tutte le zone del campo. Arricchendo l’organico non solo sul piano della qualità ma anche su quello della quantità.

Juventus, via tre big per recuperare un tesoretto

Per farlo c’è bisogno di fondi, tanti fondi. Parte dei soldi per gli acquisti arriveranno proprio dalla partecipazione alla Champions League. Ma non solo. Perché la Juventus intende recuperare altre risorse dalle cessioni e dal risparmio sugli ingaggi. Ecco perchè il Corriere dello Sport spiega che potrebbero andare via tre big.

La Juventus ne cambia sette: 65 milioni rivoluzionano la rosa
Adrien Rabiot è in partenza (LaPresse)

I big in questione sono Rabiot, Chiesa e Szczesny. Tra soldi che arriverebbero dalle cessioni (non di Rabiot che è in scadenza) e il risparmio sugli stipendi, ecco che sarebbero recuperati ben 65 milioni di euro. Con questi soldi la Juve andrà poi a caccia di quelli che sarebbero i suoi obiettivi primari. Vale a dire il difensore Calafiori, i centrocampisti Koopmeiners e Douglas Luiz, e l’attaccante Mason Greenwood. Nomi importanti che già fanno sognare una tifoseria che si augura che la Juve possa vivere una stagione da protagonista.