“Alcaraz numero uno”, beffa atroce per Sinner: l’annuncio

0
60

Il campione azzurro, fresco di primato nel ranking mondiale, incassa la sentenza sul rivale spagnolo: l’annuncio è beffardo

Grazie al ritiro di Novak Djokovic – reduce dall’ennesima impresa memorabile della sua carriera, ovvero il match vinto in rimonta, con un infortunio da gestire, contro Francisco Cerundolo – e grazie al comunque ottimo cammino di Parigi, Jannik Sinner è riuscito a raggiungere il risultato che si era prefissato ad inizio stagione: diventare numero uno del ranking mondiale.

Sinner, arriva la beffa atroce: c'è l'annuncio su Alcaraz numero uno
Jannik Sinner (LaPresse) – Juvelive.it

Anche se l’urlo di gioia per un primato che mai era stato raggiunto prima da alcun tennista italiano è stato un po’ ricacciato in gola dalla beffarda sconfitta patita in semifinale da Carlos Alcaraz, la soddisfazione nel team del ragazzo di San Candido è palpabile. E legitttima. Il tennista – proprio lunedì 10 giugno, quando l’ATP ha aggiornato la classifica certificando la sua vetta – è perfino tornato nei luoghi in cui è cresciuto pur di celebrare l’avvenimento. Tra complimenti, festeggiamenti, targhe d’oro e quant’altro, Jannik sta vivendo l’ennesimo momento di gloria degli ultimi mesi. La beffa però è proprio dietro l’angolo. Non si tratta tanto di doversi da subito guardare le spalle dall’arrivo dello stesso rivale spagnolo – che pur vincendo Parigi e scavalcando a sua volta Djokovic, è ancora lontano in classifica – quanto di incassare un giudizio che fa male. Perché portato da una vera e propria leggenda del tennis.

Wilander incorona Alcaraz: “Il numero uno? Sono solo dati”

Già noto al grande pubblico del tennis non solo per le sue imprese sul campo, datate però quasi 40 anni fa, ma per essere la voce di Eurosport in occasione dei tornei dello Slam, Mats Wilander si è fatto un’idea ben precisa dei rapporti di forza nel circuito ATP.

Sinner, arriva la beffa atroce: c'è l'annuncio su Alcaraz numero uno
Carlos Alcaraz (LaPresse) – Juvelive.it

Intervistato da L’Equipe dopo il trionfo di Carlos Alcaraz al Roland Garros, il fuoriclasse svedese ha incensato lo spagnolo. Sminuendo così di fatto il primato nel ranking appena conquistato da Sinner.

Alcaraz ha solo 21 anni, ma ha già dimostrato che non ha bisogno di giocare il suo miglior tennis per vincere. E questo è il segno del più grande. Le sue chance di vincere altri Slam sono altissime e non per i suoi colpi ma per il suo cervello e il suo coraggio“, ha esordito Wilander.

Carlos è incredibile. Controlla gli scambi e sembra che il match dipenda sempre da lui. Ha un arsenale immenso e, ne sono certo, dopo i Big Three lui è una vera manna per il nostro sport. Essere il numero uno è solo una questione di computer, sono solo dati. Le persone preferiranno sempre il tennis dal vivo rispetto a una macchina“, ha concluso.