Choc Juve, decisione incomprensibile: dice addio al calcio e cambia lavoro!

0
51

Emerge una storia che ha creato molto stupore tra i tifosi della Juve e più in generale tra tutti gli appassionati di calcio.

Nel mondo del pallone siamo ormai abituati da diversi decenni a vedere i calciatori protagonisti delle più grandi squadre ricoperti di enormi guadagni. I giocatori di Serie A e in particolare quelli più bravi che sono vere e proprie stelle nelle società più forti d’Italia e d’Europa, come la Juventus, sono in grado di mettere da parte introiti giganteschi nel giro di pochi anni di carriera.

Choc Juve, decisione incomprensibile: dice addio al calcio e cambia lavoro!
Campo generico (LaPresse) – Juvelive.it

Spesso capita infatti che una volta terminata una carriera ad alti livelli, un ex calciatore non abbia più bisogno di lavorare perché dal punto di vista economico non ce n’è la necessità. Altri invece per tenere il tempo impegnato si dedicano ad attività dirigenziali oppure di allenatore o anche di telecronaca e commento, rimanendo così sempre nel mondo del calcio. C’è però un ex juventino che una volta appese le scarpe da calcio al chiodo, ha cambiato vita del tutto.

Manninger, ex portiere della Juve, racconta la sua nuova vita e sorprende: “Ora sono un falegname e mi piace tanto”

Alexander Manninger è un ex portiere austriaco che oggi ha 47 anni e i tifosi italiani più appassionati e dotati di migliore memoria se lo ricorderanno certamente per aver indossato le divise di Fiorentina, Torino, Bologna, Siena e Juventus (tutte quante in Serie A).

Choc Juve, decisione incomprensibile: dice addio al calcio e cambia lavoro!
Manninger (LaPresse) – Juvelive.it

La maglia della Vecchia Signora è stata proprio la sua ultima in Italia prima di andare a terminare la carriera in Germania dove ha difeso per quattro stagioni i pali dell’Augsburg. Nel 2016/17 ha poi deciso di giocare nel Liverpool dove però ha fatto solo il terzo portiere per poi ritirarsi al termine di quella annata.

Da quel momento, ormai distante sette anni, Manninger ha completamente cambiato vita e come ha raccontato ai microfoni di TMW ora fa il falegname e non solo: “Ho creato un network con i professionisti, che sono falegnami, muratori, giardinieri. Mi trovo con gli architetti. In pratica se uno ha un terreno o una casa da ristrutturare, mi occupo io di mobili e finestre nuove. È un lavoro che mi piace tanto. Per svolgere questo mestiere, l’ex portiere che nella Juve ha fatto il vice di Buffon dal 2008 al 2012, è tornato nella sua Austria, terra che non ha mai smesso di amare ma che in gioventù si è goduto poco per via della sua carriera calcistica che lo ha fatto migrare in Spagna, Inghilterra, Italia e Germania.