Motta alla Juventus, il suo “pupillo” esplode di gioia: c’è l’indizio social

0
50

Motta alla Juventus, non poteva passare inosservato il “like” del giocatore che presto potrebbe sbarcare a Torino. 

Da ieri “Thiago Motta alla Juventus” non è più un’indiscrezione. Il tecnico italobrasiliano si è legato al club bianconero fino al 2027 e a Torino percepirà circa 3,5 milioni all’anno più i relativi bonus. L’ufficialità è arrivata nel tardo pomeriggio, seguita dalle prime dichiarazioni del nuovo allenatore della Signora.

Il calciatore esulta dopo l'annuncio di Motta
Thiago Motta, nuovo allenatore della Juventus – Juvelive.it (Ansa)

“Sono davvero lieto di cominciare una nuova esperienza alla guida di un grande club come la Juve”, ha detto l’ex tecnico del Bologna ai canali ufficiali. Motta ha poi parlato di ambizione, ma soprattutto della volontà di voler far tornare a gioire e divertire i tifosi, che negli ultimi 3 anni di bel calcio ne hanno visto davvero poco. Il popolo bianconero ha tanta voglia di entusiasmarsi come nella scorsa decade, di ammirare una Juve competitiva sia in Italia che in Europa. La palla adesso passa al responsabile dell’area tecnica Cristiano Giuntoli, che nelle prossime settimane avrà il difficile compito di rinforzare la rosa a disposizione di Motta, un po’ in tutti i reparti. Il primo acquisto della Juventus con ogni probabilità sarà quello di Michele Di Gregorio, attuale estremo difensore del Monza.

Motta alla Juventus, esulta anche Di Gregorio

Parliamo di un giocatore voluot fortemente da Motta: come abbiamo scritto più volte negli ultimi giorni, Di Gregorio arriva a Torino per fare il titolare.

E lo stesso portiere non sta più nella pelle, desideroso di cominciare una nuova avventura professionale. Non poteva passare inosservato il suo “like” sul reel pubblicato ieri dalla Juventus sui social in cui si annunciava Motta. Evidentemente l’estremo difensore, premiato nell’ultima stagione come miglior portiere della Serie A, non vede l’ora di mettere piede alla Continassa e di iniziare a lavorare con l’allenatore di Sao Bernardo do Campo.