È morto uno degli sportivi più amati di sempre, tragica scomparsa

0
47

Se n’è andato uno degli sportivi più amati di sempre: i tifosi sono in lutto per una tragica scomparsa nelle scorse ore

Il mondo dello sport è in lutto per una tragica scomparsa, un volto noto e un simbolo dell’ultimo secolo, conosciuto in tutto il mondo per le sue magiche gesta sul campo e anche fuori dai palazzetti.

Il mondo dello sport è in lutto per uno dei suoi campioni più iconici
Tifosi tristi (Foto Ansa) – juvelive.it

Stiamo parlando di Jerry West, ex giocatore e dirigente NBA, che se n’è andato a 86 anni e dopo aver scritto la storia della pallacanestro. Anche chi, a primo impatto, non sa di chi stiamo parlando, ci metterà pochi minuti a capire quanto sia stato importante per un dei movimenti più seguiti e potenti dello sport mondiale: si tratta del giocatore impresso sul logo NBA, la sagoma che ha fatto sognare migliaia e migliaia di appassionati. Per questo, non potrà mai essere dimenticato, ma anche per tutto quello che ha conquistato in carriera.

Si tratta, infatti, di una delle bandiere dei Los Angeles Lakers, di cui poi è diventato anche allenatore. È stato talmente tanto iconico che la sua maglia 44 è stata anche ritirata, uno dei riconoscimenti più importanti nelle competizioni di squadra, non solo nel basket. Per tutti questi motivi, tantissimi tifosi stanno ricordando le sue gesta sui social e si sono riuniti per un ultimo toccante saluto all’ex campione.

Addio a Jerry West: dai titoli vinti al logo NBA

Eppure, nell’arco della sua carriera non sono arrivate solo gioie: su nove finali giocate, ha vinto un titolo NBA, ma poi è riuscito a conquistare anche la medaglia d’oro a Roma alle Olimpiadi. Se si guardano i record individuali, il discorso cambia e i successi sono stati moltissimi, tanto da portare alla sua ammissione nella Hall of Fame nel 1980.

Il mondo dello sport è in lutto per uno dei suoi campioni più iconici
Jerry West è morto all’età di 86 anni (LaPresse) – juvelive.it

Sicuramente, i tifosi più attenti lo ricordano, appunto, per la sua presenza nel logo della National Basket Association, nonostante quest’ultima abbia sempre negato che si tratti di lui, probabilmente per non riconoscergli ricche royalties.

Ad ogni modo, a chiarire la questione è stato il suo creatore, Alan Siegel: “Ho guardato il colpo di gancio di Kareem Abdul-Jabbar. Ho guardato Wilt Chamberlain, Tom Havlicek, Tim Gola e alcuni altri che ricordo. Quello con West ha funzionato davvero. Era davvero un po’ elegante e classico”, aveva dichiarato.

Nei prossimi anni, potremmo vedere al suo posto LeBron James, Kobe Bryant o Michael Jordan, ma per il momento sarà solo l’ultimo motivo per ricordare come West, un campione talmente raro che oggi rende triste una delle leghe più importanti del mondo dello sport.