Incubo in casa Francia: salta l’antidoping, arriva la maxi squalifica

0
21

Incubo in casa Francia, la notizia è arrivata a poche ore dall’appuntamento più atteso: ora si attende il ricorso.

Siamo ormai entrati nella fase conclusiva di Euro 2024. Questa sera a Monaco di Baviera si contenderanno un posto nella finalissima di Berlino la Spagna di Luis De La Fuente e la Francia di Didier Deschamps.

Incubo in casa Francia: salta l’antidoping, arriva la maxi squalifica
Alcune provette utilizzate nei controlli antidoping – Juvelive.it (Lapresse)

La prima delle due semifinali – domani a Dortmund è in programma Olanda-Inghilterra – è anche la più attesa, dal momento che di fronte ci sono la squadra che finora ha fatto vedere le cose migliori, la Roja, e quella che inizialmente era considerata la grande favorita per la vittoria finale insieme all’Inghilterra. La Francia, infatti, pur riuscendo ad arrivare tra le prime 4 della manifestazione continentale è stata deludente dal punto di vista del gioco espresso. Un po’ un controsenso, visto che Deschamps dispone di una rosa piena zeppa di campioni. Lo confermano i numeri, decisamente sorprendenti. I Bleus nelle cinque partite disputate fino a questo momento non sono ancora riusciti a segnare un gol su azione. Incredibile ma vero. Due autoreti e un calcio di rigore: queste le reti che hanno permesso a Mbappé e compagni di approdare in semifinale.

Incubo in casa Francia, squalificato il maratoneta Frere

La Francia, in ogni caso, resta una squadra difficile da affrontare. Sia perché ha giocatori che possono risolvere il match da un momento all’altro e sia perché finora è stata molto abile a “distruggere” il gioco degli avversari, costringendoli a giocare male.

Frere squalificato per due anni: ora il ricorso al TAS
Il maratoneta francese Frere – Juvelive.it (Ansa)

In attesa di sapere chi conquisterà il pass per la finale di Euro 2024, nel paese transalpino sta destando scalpore la vicenda che ha riguardato il maratoneta Mehdi Frere, appena sospeso per due anni dalla World Athletics per aver saltato ben tre controlli antidoping. Il 28enne, come riporta il noto quotidiano l’Equipe, rischia di dover rinunciare alle Olimpiadi che a fine luglio prenderanno il via proprio a Parigi. Tutto dipenderà dal ricorso al TAS, che dovrebbe pronunciarsi nei prossimi giorni.