Ultim’ora, rescissione del contratto per un difensore: lo attende un top club

0
9

Un’ultima ora agita l’attuale sessione di calciomercato: rescissione del contratto per un difensore che è atteso da una big

Non sono solo gli attaccanti, come da tradizione, a movimentare il calciomercato. La telenovela Joshua Zirkzee è prossima alla conclusione: l’attaccante olandese è vicino ad accasarsi al Manchester United che è disposto a versare nelle casse del Bologna la clausola rescissoria da 40 milioni di euro e soprattutto a pagare l’ingente commissione all’agente dell’ex Bayern Monaco.

Ultim'ora rescissione difensore attende big
Rescissione del contratto di un difensore: pronta ad accoglierlo una big (LaPresse)-juvelive.it

Ma, come detto, si sblocca anche il mercato dei difensori: Alessandro Buongiorno è il rinforzo fortemente voluto da Antonio Conte per il pacchetto difensivo del Napoli. Per strapparlo al Torino il club partenopeo verserà nelle casse della società granata 35 milioni di euro più altri 5 di bonus mentre per il difensore della Nazionale ha sottoscritto un quinquennale indicizzato (si parte da 2.5 milioni di euro) che contempla una clausola rescissoria, attivabile dal terzo anno, da 70 milioni di euro e un bonus in caso di conquista del tricolore.

Non è tutto. All’orizzonte, infatti, c’è una possibile rescissione del contratto di un difensore, con una big che è pronta ad abbracciarlo.

Salernitana, si lavora alla rescissione del contratto di Bronn: il tunisino può andare in Belgio

La Salernitana ha già salutato Loum Tchaouna. Il classe 2003 ciadiano, naturalizzato francese, tra i pochissimi a salvarsi dal naufragio granata nell’ultima stagione, culminata nella retrocessione in cadetteria, proverà a raccogliere la pesante eredità di Ciro Immobile alla Lazio.

La rescissione è inevitabile: mercato stravolto
Salernitana e Bronn lavorano alla rescissione del contratto (LaPresse)-juvelive.it

Eppure, la Salernitana continua a perdere i pezzi. Infatti, come informa  ‘Salernitananews.it’, i dirigenti granata e Dylan Bronn lavorano alla rescissione del contratto (in scadenza nel 2025) che, particolare non trascurabile, grava sulle casse granate per 800 mila euro lordi.

Del resto, Bronn, di rientro dal prestito al Servette, non rientra nei piani futuri del club granata. Tuttavia, il difensore centrale francese, naturalizzato tunisino, non sarà a lungo disoccupato. Secondo l’emittente belga RMC Sport, il calciatore si è promesso allo Standard Liegi ma deve prima trovare l’accordo con il club granata per risolvere anticipatamente il contratto. La sensazione è che non ci vorrà molto per chiudere anzitempo la sua esperienza in maglia granata, durata un anno e mezzo, durante la quale ha collezionato 30 presenze.

Insomma, un altro addio nella ‘calda’ estate dei tifosi del Cavalluccio marino che devono già ingioiare i bocconi amari di un mercato sul fronte arrivi che non parte, dello stallo nella vendita della società e della risoluzione consensuale del contratto del tecnico Andrea Sottil pochissimi giorni dopo la sua ufficializzazione in conseguenza della mancata vendita del club granata alla Brera Holding, con l’ex tecnico dell’Udinese che ha ‘tagliato la corda’ subodorando il ridimensionamento del progetto. Troppo, decisamente troppo anche per una tifoseria appassionata come quella granata.