Bernardeschi ©Getty Images

Si fermano anche altri giocatori della Juventus oltre al disperato Gianluigi Buffon di fronte alle telecamere della ‘Rai’ per commentare il pareggio per 0-0 dell’Italia contro la Svezia a San Siro che ha determinato la mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali. Federico Bernardeschi, Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini appaiono visibilmente scossi per questo mancato traguardo.

Juventus, le parole di Bernardeschi

Federico Bernardeschi, attaccante dell’Italia, ha così commentato la sconfitta a ‘Rai Sport’: “Dispiace tanto perché non andare al Mondiale è veramente qualcosa di tragico, ma voglio fare un appello ai senatori che non si meritavano questo. Oggi lasciano un pezzo di storia italiana, lasciano campioni importanti che hanno fatto la storia di questo calcio e di questa Nazionale. Li ringrazio con tutto il cuore e ora tocca a noi giovani che dovremo prenderli da esempio per portare il più possibile emozioni e vittorie a questa Nazionale. Si riparte con la testa alta, fieri di essere italiani, per portare in alto questi colori”.

Juventus, l’annuncio di Barzagli

A fare eco all’attaccante della Juventus è un altro compagno di squadra bianconero, Andrea Barzagli, che apre alla possibilità di lasciare la Nazionale: “Calcisticamente è una grande delusione, la più grande delusione, la Nazionale racchiude tante cose, all’inno ti fa venire i brividi e crea unione e amicizia coi tifosi. E’ veramente un peccato finire così. Lasciare questo gruppo è veramente tosta, davvero è difficile trovare le parole. Abbiamo parlato con Ventura, ognuno ha le proprie emozioni ma ora è dura realizzare quanto accaduto. Le lacrime dell’Europeo erano uno sfogo, lasciare così la Nazionale è un duro colpo. Si chiude un ciclo di veterani ma ci sono giovani che hanno voglia”.

Juventus, parla Chiellini

Infine, anche Giorgio Chiellini lascia intendere anche lui un probabile addio alla Nazionale: “Si deve ripartire dall’amore che ci ha dato la gente. Credo che abbiamo tanti ragazzi che nei prossimi anni avranno bisogno di questo amore e di questo appoggio. Il percorso è lungo e c’è tanto da lavorare. L’Italia ricomincerà da Verratti e dalla generazione degli anni ’90, non so se ricomincerà da Chiellini. Sono sicuro che se riusciranno a percepire al meglio quello che è stato stasera potranno ricominciare un nuovo ciclo”.