Attaccante Juventus
Paulo Dybala © Getty Images

Paulo Dybala festeggia oggi il suo 24esimo compleanno, ma la “Joya” non se la passa benissimo. Dopo un avvio stagionale entusiasmante con dieci reti nelle prime sei partite, i due rigori sbagliati contro Atalanta e Lazio hanno influenzato in negativo il forte attaccante della Juventus. Anche in Nazionale argentina le cose non sono migliorate con il Ct Sampaoli,  che nell’amichevole contro la Nigeria lo ha sostituito dopo appena un’ora di gioco. Nelle ultime sei partite Dybala ha segnato solamente una rete direttamente su calcio di punizione, mentre il suo ultimo gol su azione risale allo scorso 23 settembre (doppietta al Torino). Inoltre, l’argentino non segna in Champions dallo scorso 11 aprile con le due perle all’Allianz Stadium contro il Barcellona del suo amico Messi.

Juventus, Dybala rincuorato anche da Marotta

Lo stesso amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, ha speso parole d’elogio per Dybala nei giorni scorsi: “In questo periodo c’è una pressione molto forte. Lui ci ha abituato a prestazioni straordinarie e quindi quando invece fa una prestazione ordinaria viene catalogata come insufficiente. In realtà è un giocatore che compie 24 anni e di conseguenza bisogna farlo maturare per permettergli di trasformarsi in un campione”. La classe e il talento non sono assolutamente in discussione, ma alla “Joya” manca l’ultimo step per la sua consacrazione definitiva nel calcio che conta. I due rigori sbagliati hanno inciso negativamente, ma la forza di un vero campione è quella di tornare a splendere soprattutto dopo un momentaneo periodo di appannamento. Già a partire da domenica.