Zidane
Zidane © Getty Images

Real-Juve, Zidane: “Ancora tutto da giocare. Chance al 50 e 50”.

Domani sera la Juventus di Max Allegri sarà di scena a Madrid per il ritorno dei quarti di finale di Champions contro il Real. All’andata Cristiano Ronaldo rubò letteralmente la scena suggellando lo 0-3 dello Stadium con un goal da urlo. I madrileni però arrivano alla gara del Bernabeu in piena emergenza difesa con Ramos out per squalifica. Di questo ed altro ha parlato Zinedine Zidane in conferenza stampa: “Il risultato di Torino è stato positivo, ma per noi non cambia nulla. Le chance di passaggio del turno sono 50 e 50. Ancora è tutto da giocare. Dovremo giocare al meglio delle nostre possibilità. Vallejo si è allenato molto bene, come tutta la squadra. Non abbiamo problemi, siamo pronti per la gara di domani. Lui o Casemiro? Vedremo. noi comunque siamo pronti. Benzema vorrebbe segnare di più, ma lo vedo concentrato. Sta bene e lavora sempre al massimo”.

Real-Juve, Zidane: stagione difficile e Cristiano Ronaldo

Zidane Real Juve conferenza
Zidane © Getty Images

Sul campionato del Real: “Noi anno dopo anno facciamo del nostro meglio in ogni competizione. Quest’anno ci è mancata regolarità. Abbiamo avuto momenti difficili, dove faticavamo a trovare la via del gol. Vincere la Liga è molto difficile, c’è bisogno di grande costanza e grande continuità. Non ho però una risposta specifica sul perché in Champions riusciamo a fare meglio. Abbiamo iniziato a risolvere il nostro momento di crisi quando abbiamo iniziato a segnare tanto. La freddezza e la fiducia in noi stessi sotto porta ci è mancata. Ora però stiamo attraversando un momento positivo e dobbiamo cavalcare quest’onda. Siamo costanti nelle nostre prestazioni”. Zidane ha quindi continuato su Cristiano Ronaldo: “Per me è impossibile immaginare di giocare senza Cristiano Ronaldo, ma per fortuna è un nostro giocatore e ne siamo contenti. Moltissime persone si ricordano ancora di Di Stefano, così come tantissime persone si ricorderanno di Cristiano.”

Sulla Serie A e su Buffon: “Non credo che il calcio italiano sia debole. Credo che però la Liga sia il campionato migliore dove poter stare e giocare. Noi vogliamo passare ed eliminare la Juventus. Non so cosa succederà con Gigi, ma la storia parla per lui. Quello che ha fatto in questi anni è straordinario. E’ un giocatore e uomo fantastico”.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK