Condò Benatia Crozza
Benatia @ Getty Images

Non si placa il caso Benatia Crozza. A prendere le difese del comico ligure ci ha pensato il giornalista Paolo Condò che ha reputato di pessimo gusto l’uscita del centrale della Juve. 

Nei giorni scorsi il comico  Maurizio Crozza aveva ironizzato sulle dichiarazioni di Benatia dopo Real-Juve: “Stupro? Benatia, ma come? Bisogna stare attenti a usare le parole. Ha definito tale l’intervento contro la Juventus dell’arbitro inglese Oliver. Tu hai fatto un intervento del c…o nel recupero della partita. Se però vuoi farti un’idea di cosa sia uno stupro, il prossimo fallo prova a ficcartelo su per il c..o”. Queste parole non hanno fatto di certo piacere a Benatia che ieri su Instagram ha dato la sua risposta dopo qualche giorno attraverso una storia. “Se vuoi provare, sono a Vinovo tutti i giorni. Ti aspetto! Testa di c…o, non fai ridere nessuno”. Il tutto corredato dalle emoticon, anch’esse inequivocabili, di tre diti medi alzati. In basso poi compare la seguente frase: “Tieni, te lo metti dove ti piace”. Una reazione forte quella del centrale della Juve che non è passata di certo inosservata.

Juventus, Condò attacca Benatia

Crozza su Buffon e Benatia

Paolo Condò, ospite a Sky Sport 24, ha parlato del caso Benatia Crozza: “Scorie ancora non smaltite? No, Crozza fa satira e spesso esagerata. Nessuno ha spiegato al giocatore della Juventus di cosa si trattasse. Sicuramente non è stato un raffinato intellettuale ma lui deve essere un bravo difensore e nient’altro. Parlare di stupro è di pessimo gusto. Crozza è il migliore per quanto riguarda la satira e devi accettarlo. Non scordiamoci che tutti eravamo Je suis Charlie ma poi quando si fece satira sull’Italia attaccammo il giornale francese, è così: la satira può colpire tutti. Benatia non saprà cosa è la satira e non l’avrà chiesto a nessuno”.