Inter-Juventus 2016/2017
Inter-Juventus 2016/2017 ©Getty Images

Inter-Juventus 2016/2017: i nerazzurri di Mancini battono in rimonta la Juventus al San Siro.

Stasera si deciderà, molto probabilmente, il campionato. Restano ormai pochi punti in palio e sia Juventus che Napoli sono agguerrite come non mai. Il finale di questa stagione è uno dei più esaltanti in assoluto per la Serie A e a rendere il tutto più speciale sono i difficili match che attendono la squadra di Allegri da qui al 20 maggio. Stasera c’è l’Inter, tra una quindicina di giorni la Roma all’Olimpico. Ma proprio con l’Inter i bianconeri hanno avuto alcuni dei match più esaltanti della storia, come le sfide scudetto disputate negli anni ’70. Oggi le due rivali competono per diversi obiettivi: i padroni di casa vogliono a tutti i costi la Champions mentre la ‘vecchia signora’ è alla ricerca del settimo scudetto consecutivo. L’anno scorso al San Siro fu una giornata da dimenticare per la Juve: finì 2-1.

Inter-Juventus 2016/17, Icardi e Perisic stendono i bianconeri

Era l’Inter di Frank de Boer. L’olandese schierò un 4-2-3-1 contro il 3-5-2 di Allegri. Alla quarta giornata il derby d’Italia aveva già fatto il botto: lo stadio pieno e milioni di italiani a guardare il match. Il primo tempo non vide nessuna squadra prevalere sull’altra e finì 0-0, ma nel secondo tempo succede di tutto. Al 66′ la sblocca Lichtsteiner: azione in solitaria di Alex Sandro sulla sinistra, cross al centro e tap-in vincente dello svizzero. Passano solo 120 secondi e l’Inter pareggia: da corner ci pensa Icardi con uno stacco micidiale a sovrastare la difesa della Juventus. In dieci minuti la squadra ospite passa dalle stelle alle stalle: al minuto 78 Perisic porta in vantaggio i suoi con un colpo di testa su cross dal fondo ancora di Icardi. L’argentino stavolta si supera con un tocco sopraffino di esterno a cercare il compagno di squadra che, appena entrato dalla panchina, non sbaglia.

Inter-Juventus 2016/2017, il tabellino

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Souza Filho, Murillo, Santon (34′ st Miangue); Naval Costa Eduardo, Medel (30′ st Melo); Candreva, Banega, Citadin Martins (24′ st Perisic); Icardi. A disp. Palacio, Ranocchia, Biabiany, Carrizo, Jovetic, Nagatomo, Kondogbia, Yao Guy, Gnoukouri. All. de Boer

Juventus (3-5-2): Buffon; Benatia (25′ pt Barzagli), Bonucci, Chiellini (35′ st Pjaca); Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Lobo Silva; Mandzukic (29′ st Higuaín), Dybala. A disp. Evra, Alves da Silva, de Carvalho Andrade Lima, Cuadrado, Murara Neto, Rugani, Lemina, Audero. All. Allegri

Arbitro: Tagliavento

Marcatori: st 21′ Lichtsteiner, 23′ Icardi, 33′ Perisic

Espulsi: Banega (45′ st) per doppia ammonizione

Ammoniti: Lichtsteiner, Barzagli, Asamoah, Medel, Banega, Handanovic

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK