Douglas Costa
Sessione di allenamento col Brasile per Douglas Costa © Getty Images

Il brasiliano Douglas Costa ancora una volta ha cambiato la partita con il suo ingresso in campo. “È successo spesso alla Juve, grazie ad Allegri”.

Douglas Costa è decisamente l’uomo del momento. Dopo aver contribuito in maniera decisiva ai successi dell’ultima stagione con la maglia della Juventus, il brasiliano si è ripetuto ieri nel match Brasile-Costa Rica. Partita valevole per la seconda giornata della fase a gironi dei Mondiali 2018 e che si era dimostrato particolarmente ostico per la sua squadra. Il suo ingresso in campo però ha sparigliato le carte. La freschezza atletica e la capacità di saltare l’uomo delle quali Douglas Costa è dotato hanno consentito alla Seleçao di avere la meglio sui centroamericani, trovando due gol nei minuti finali dell’incontro grazie alle sue giocate. L’ala d’attacco juventina è stata assolutamente decisiva. E non manca di puntualizzare una cosa.

Douglas Costa umile: “Il merito è di Allegri”

“Se sono diventato così bravo a ‘spaccare’ le partite lo devo tutto a mister Allegri. Con lui sono migliorato tanto – le parole di Douglas Costa riportate da ‘La Stampa’ nella sua edizione odierna – ed anche se non ho spesso giocato dall’inizio con la Juventus, c’è comunque molto tempo per lasciare il segno lì. Ora penso ai Mondiali e sono dell’idea che essere titolare ora col Brasile sarebbe fantastico. La competizione è breve ma intensa, il nostro gruppo è motivato. Ed io sono reduce dalla mia prima stagione in Italia, dove ho imparato ad essere pronto”. Douglas Costa si sente davvero un giocatore migliore. “Ogni volta che entro sono più consapevole di poter fare la differenza. Già è successo tante volte alla Juve con Allegri quest’anno. Sono contento di aver espresso al meglio le mie doti. E sono felice di aver contribuito a far sbloccare Neymar”.