Sconcerti non ha dubbi: «L’Inter ormai ha ridotto il gap con la Juve»

0
26

Sconcerti loda il mercato nerazzurro e reputa che la corsa scudetta sia più viva che mai. «cambiato profondamente il rapporto di forza tra Juventus e Inter».

Mario Sconcerti

Mario Sconcerti ha fatto parlare molto di sé oggi con il suo editoriale sul Corriere della Sera. Il giornalista ha analizzato la lotta al vertice tra Juventus e Inter: «È cambiato profondamente il rapporto di forza tra Juventus e Inter. Anche tenendosi qualche dubbio sulla facilità d’inserimento dei nuovi acquisti, l’Inter ricomincia con tre giocatori in più e la Juve con Emre Can in meno. Calcolando la lunga degenza di Khedira, a oggi la Juve ha quattro centrocampisti per tre ruoli (Bentancur, Pjanic, Matuidi, Rabiot), e solo Rugani dietro Bonucci e De Ligt. Se calcoliamo che una Juve prospera e abbondante ha chiuso gennaio con soli tre punti di vantaggio, viene francamente da pensare che il vecchio equilibrio stia adesso rompendosi e cominci un campionato diverso».

LEGGI ANCHE >>> Probabili Formazioni Juventus Fiorentina: novità sulla trequarti

Sconcerti loda l’Inter

Sconcerti spende parole di elogio per Marotta e le operazioni in casa Inter. «Tra Young e Biraghi c’è un piccolo abisso. Tra Moses e Lazaro anche. Eriksen è un centrocampista completo e nell’età migliore. È rapido, capisce il gioco e il ruolo che gli viene via via chiesto in partita. È anche l’unico giocatore di un genere che la Juve non ha, né RamseyBernardeschi lo valgono, Bernardeschi finirà anzi per fare la mezzala. Dybala è un fuoriclasse ma non un trequartista. Eriksen diventa quindi una doppia aggiunta. È faticoso pensare a una Juve in difficoltà, forse non è nemmeno giusto, ma tra infortuni e disagi economici qualcosa è cambiato nell’equilibrio della corsa. Un problema Conte lo avrà: i molti movimenti hanno travolto la rosa dei 16-18 titolari reali. Questo significa dover rifondare un gruppo, ricreare un’atmosfera tra giocatori e tra giocatori e tecnico».