Juventus-Brescia, tutti in piedi per Chiellini!

0
463

Minuto numero 78 di Juventus-Brescia, il pubblico dello Stadium si alza in piedi per applaudire uno dei suoi beniamini: Giorgio Chiellini.

Bonucci e Giorgio Chiellini @Getty Images

Finalmente l’incubo è finito per l’esperto difensore della Juve, una autentica bandiera e anche un importantissimo uomo spogliatoio. Lui sì che sa come si fa a vincere e per questo motivo è un leader straordinario per tutti i compagni di squadra più giovani. La fortuna gli ha girato le spalle ad agosto, quando è stato vittima di un bruttissimo infortunio che lo ha costretto a rimanere fuori dai campi a lungo.

LEGGI ANCHE –>> Juventus-Brescia 2-0, i voti

Ormai il peggio è passato e Sarri lo ha inserito nell’elenco dei convocati per la sfida dello Stadium contro le rondinelle. A 12 minuti dalla fine Chiellini ha fatto finalmente ritorno in campo, prendendo il posto del compagno di squadra Bonucci. Grande emozione da parte del pubblico nel momento in cui è tornato a giocare con la sua Juventus, rivestendo tra l’altro la fascia di capitano.

Giorgio Chiellini @Getty Images

Il ritorno di Chiellini sarà davvero molto importante in questa fase cruciale della stagione, considerando la sua esperienza. Fattore che a volte fa la differenza, specie in campo europeo. Sarri da oggi sa che può contare ad occhi chiusi su di lui e lo Stadium ha applaudito molto il suo ritorno in campo, consapevoli che può essere davvero l’arma in più della Juventus.

Le parole di Chiellini a fine gara

Il difensore alla fine di Juventus-Brescia è stato intervistato da Sky Sport. «La parte più brutta è finita, ora arriva il difficile. Mi serviva una scossa di energia, ringrazio tutti. Ora devo lavorare tanto, voglio aiutare i miei compagni» ha detto l’esperto centrale, che sottolinea come «vorrei solo riuscire a dare una mano. Adesso arriva il bello».

Chiellini come detto porta in dote bravura ed esperienza, ma il difensore ci tiene a «ringraziare i miei compagni per questi cinque mesi e mezzo, siamo primi in classifica. Io spero di portare una ventata d’entusiasmo a chi ha giocato tanto. Sarri? Non ha certo bisogno di me, la Juve è unita dal presidente fino agli ultimi dei dipendenti» ha concluso il difensore.