Ripresa Serie A, i club scettici pensano solo ai soldi. Ma Figc e Uefa spingono

0
13

Anche la Fifa promuove la ripresa Serie A: contratti prorogati oltre il 30 giugno senza costi ulteriori. Ma i presidenti vogliono solo risparmiare e ammortizzare.

alex sandro juventus infortunio

Si tornerà in campo oppure no? A sentire il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ancora non sono maturi i tempi e non lo saranno per parecchio. Ha lasciato però autonomia di manovra alla Figc per ciò che concerne un possibile slittamento nei mesi estivi. Stamattina la Gazzetta dello Sport fa il punto della situazione e parla di come ai presidenti importi una cosa sola. Non la ripresa Serie A, ma solo. risparmiare e ammortizzare i costi.

LEGGI ANCHE >>> Le parole del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora sulla ripresa del 3 maggio

Chi è contro la ripresa Serie A?

«Il calcio si interroga sul futuro, consapevole però che a dettare i tempi
di un’eventuale ripresa sarà l’emergenza sanitaria. Per i club l’idea di tornare in campo e riuscire a concludere le competizioni è molto ottimistica si legge -. I tempi si allungherebbero troppo e andrebbero a compromettere anche la stagione successiva.
La priorità di Fifa, Uefa e Figc è invece quella di portare a termine i campionati, sempre che la situazione generale lo consenta, anche giocando a giugno, luglio e agosto».