Szczesny: «Si parla solo dei rigori contro la Juve»

0
10

Wojciech Szczesny è ormai uno dei leader della Juventus. Il portiere polacco, arrivato dalla Roma, è diventato in breve tempo un beniamino dei tifosi. Perché le sue incertezze si contano davvero sulle dita di una mano, sa farsi trovare sempre pronto e spesso i suoi interventi sono risultati decisivi per portare a casa la vittoria.

szczesny juventus
Szczesny juventus

Ieri il polacco è stato protagonista insieme al compagno di squadra De Ligt in una diretta sul canale YouTube Foot Truck, chiaramente ognuno da casa sua. Uno dei temi principali della stagione juventina, ed argomento di discussione anche questa volta, sono stati i falli di mano del giocatore olandese. Szczesny è accorso in difesa del compagno di squadra.

LEGGI ANCHE –>>Icardi alla Juventus, si pensa ad una contropartita

«Nessuno lo dice ma c’è stato un incontro degli arbitri in cui hanno detto che quelli con Lecce e Torino in realtà non erano rigori. Nessun media ne parla, amano farlo solo quando sarebbe dovuto esserci un rigore contro la Juve. De Ligt è stato sfortunato, quello con l’Inter solamente era rigore. Matthijs è l’insieme di due cose: bravo con il pallone ma è anche un animale. Chiellini si è fatto male e io non sento la differenza, questo dice tanto» ha detto l’estremo difensore della Juventus, che ha lodato in questo modo il giovane compagno.

Lo stesso portiere polacco ha rivelato anche di vivere il calcio in modo molto diverso da quando è arrivato in Serie A dopo l’esperienza con l’Arsenal. «Con Wenger giocavamo bene ma in allenamento non lo preparavamo mai, era improvvisato. In Italia ogni allenatore che ho avuto programma tutto. Il giorno prima della gara c’è la partitella 11 contro 11 con la Primavera, non avevo mai visto qualcosa del genere» ha detto.