Tacchinardi, Gentiele e Ravanelli: «Juventus, servono sette acquisti»

0
33

L’ex centrocampista bianconero, Alessio Tacchinardi, insieme a Claudio Gentile e Fabrizio Ravanelli danno il la al mercato: «Sevono innesti, magari Koulibaly».

Alessio Tacchinardi (getty images)

Gli ex campioni del passato sono concordi nell’affermare che alla Juventus servano come il pane diversi acquisti di spessore. Servono per continuare a vincere in Italia e per imporsi anche in Europa come non avviene ormai dal 1996. A parlare con la Gazzetta dello Sport sono Tacchinardi, Ravanelli e Gentile. L’ex difensore parte per primo. «Penso al suo Napoli e dico che mi piacerebbe vedere Koulibaly alla Juve. Mi piace molto e gli impegni sono tanti: avere tre, quattro centrali di alto livello, con tutti gli impegni, non mi pare un problema. Un difensore e una punta, questo è quello che serve». Ravanelli, invece, guarda al centrocampo. ««A me piacerebbe vedere uno come Allan in maglia bianconera. Assieme a Bentancur formerebbe una coppia perfetta là in mezzo per il gioco di Sarri. Anche Milinkovic-Savic sarebbe un bel nome, ma mi rendo conto che sono giocatori che costano tanto».

LEGGI ANCHE >>> Jorginho alla Juventus, in arrivo novità per il regista del Chelsea

Per Tacchinardi servono tanti acquisti

calciomercato juventus castrovilli
calciomercato juventus castrovilli

A chiudere il cerchio è Alessio Tacchinardi che spera in un mercato ampio. «Se il club vuole andare avanti con Sarri, deve cambiare almeno 6-7 giocatori e prendere uomini funzionali al gioco dell’allenatore. Chi? Tonali, Castrovilli, Zaniolo. O Zapata, per aprire un nuovo ciclo anche a costo di non vincere subito. Se l’obiettivo è dominare, la società deve credere nell’allenatore».