Pirlo si ripresenta alla Juventus, la conferenza stampa live

0
7

Andrea Pirlo si presenta ufficialmente da allenatore della Juventus: ecco le sue parole durante la conferenza stampa live visibile su SportItalia

Juventus
Pirlo allenatore della Juventus @Getty Images

Ieri con le visite J-Medical è iniziata ufficialmente la stagione 2020-2021 di Andrea Pirlo come nuovo allenatore della Juventus: l’ex centrocampista ora è diventato la guida tecnica bianconera. Molti erano i tifosi presenti ieri e tutti invocavano una richiesta esplicita: “Portaci la Champions!” Ormai una vera e propria ossessione per i supporter bianconeri che al battesimo del nuovo allenatore chiedono a gran voce la Coppa dalle grandi orecchie. Un nuovo sogno è giunto: l’era del maestro come guida tecnica della Juventus, una vera e propria rivoluzione. Tutto nuovo e tutto da scoprire, come la campagna acquisti che, sicuramente, dopo alcune cessioni necessarie garantirà importanti rinforzi, richiesti e voluti proprio dal nuovo tecnico. E ancora oggi l’inno, ma l’unica citazione possibile rimane la stessa (in casa bianconera):  “Vincere non è importante ma è l’unica cosa che conta”, e se succederà con Pirlo avrà un effetto doppiamente bello. Ora il mantra bianconero dovrà essere esteso anche in Europa. La Champions non è più un sogno ma l’obiettivo principale, senza dimenticare la necessaria volontà di portare il decimo scudetto consecutivo. Andrea Pirlo è passato dall’essere l’allenatore dei giovani Under 23 ad un compito decisamente importante per essere un neo allenatore, quello di guidare la prima squadra. In un anno, nonostante la vittoria dello scudetto, più difficile degli altri. Pirlo dovrà farsi trovare pronto come lo dovrà fare la squadra. Tutto è possibile ma tutto è ancora da farsi. La nuova stagione bianconera inizia proprio oggi: con uno dei giocatori più forti della storia del calcio italiano che proverà a riconfermare le sue doti anche da tecnico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Lichtsteiner: «Juventus, Pirlo ricorda Zidane. Non di certo Conte o Simeone»

Pirlo si ripresenta alla Juventus, la conferenza stampa live

Calciomercato Juventus
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus (Getty Images)

La conferenza stampa di Andrea Pirlo come nuovo allenatore della Juventus sarà visibile gratis su SportItalia e tramite App Sportitalia.

“Qual è la cosa che porterai a questa Juventus?”

Pirlo: “Voglio portare entusiasmo, quello che è mancato ultimamente. Voglio portare calcio propositivo, con grande padronanza del gioco. Due cose voglio dire: avere il pallone e quando si perde recuperarlo immediatamente, l’ho detto ai ragazzi. Cose a cui credo”.

“Il ruolo di Arthur nella Juventus?”

Pirlo: “Arthur è forte, come abbiamo visto al Barcellona. Centrocampista di costruzione, può ricoprire più ruoli, lui tornerà molto utile in stagione”. 

“Hai titubanze ad essere l’allenatore della Juventus?”

Pirlo: “Non ho neanche avuto tempo di pensare dal passaggio dell’Under 23 alla prima squadra. Mi sono buttato a capofitto e non ho avuto tempo di pensare questa cosa. Sono convinto di essere al posto giusto nel momento giusto”. 

“Ronaldo, com’è andato il primo incontro, come lo vuoi sfruttare nell’idea di calcio. E Dybala?”

Pirlo: “Io e Ronaldo ci siamo sentiti, ieri abbiamo chiacchierato sul campo, abbiamo parlato di tutto del presente e del passato. Avremmo tempo nelle prossime settimane di parlare più specifico. Dybala non è un problema, non è sul mercato. Avete messo voi queste voci in giro. Un giocatore per me molto importante.

“L’Inter ha raggiunto il gap dei bianconeri?”

Pirlo: “I punti vanno conquistati. Partiamo tutti uguali. Un anno che sarà difficile per via del Covid che ha fatto saltare molti piani di preparazione e partite, bisognerà programmare molto bene ma siamo pronti e adatti per questo”. 

“Com’è stato ritrovare i compagni di squadra?” 

Pirlo: “Mi sono sentito a mio agio. Da ieri sono il loro allenatore, per me non è strano,  per loro un po’ sì. Conosco tante persone e per me non è un problema, mi sento molto bene”. 

“Quali sono gli obiettivi di quest’anno sul campo?”

Pirlo: “Entusiasmo giorno per giorno. Lavorare tanto, far capire le dinamiche di gioco, rendere partecipi i giocatori: parlare facendo capire cosa vogliamo effettivamente. Rapporti umani in cui si parla di tattica. L’obiettivo della Juventus è quello di vincere, non è facile ma siamo qua per quello”. 

“Sul mercato? C’è bisogno di innesti?”

Pirlo: “Io sono l’allenatore, normale che ci sono degli obiettivi, sono un allenatore e ho delle idee in testa, e stiamo cercando di prendere dei giocatori precisi”.

“Tudor come vice, com’è nata la scelta? E Higuain e Khedira, in uscita, ci ha già parlato?”

Pirlo: “Una mia scelta, avevo bisogno di esperienza. Ex calciatore molto abile sulla fase difensiva e con molto carisma (Tudor). Per Higuain abbiamo deciso che le strade si devono separare. Un grande campione ma è un ciclo finito. Khedira è infortunato, vedremo poi un attimo quando starà meglio”. 

“Cosa vuol dire essere predestinato in panchina?”

Pirlo: “Portare i risultati. Credo nelle mie possibilità, sono sicuro di quello che farò”.