Juventus, ieri sette bianconeri nella Nations League

0
47

Ieri sera si è conclusa la parentesi nazionali con la Nations League. Ben 7 giocatori della rosa di Pirlo hanno giocato ieri sera.

szczesny juventus
Szczesny, Juventus (Getty Images)

Come viene riportato anche sul sito ufficiale della Juventus, quella di ieri è stata l’ultima giornata di impegni per le nazionali, prima di lasciare nuovamente spazio ai campionati e alle coppe europee, Champions inclusa. Nella giornata di ieri un dato importante viene evidenziato: ben sette sono stati i giocatori della Juventus impegnati nelle gare di Nations League. A conferma di come la caratura internazionale dei giocatori della rosa di Pirlo sia ormai consolidata. Infatti nella lista dei calciatori italiani, il triumvirato formato da Leonardo BonucciGiorgio Chiellini e Federico Chiesa, spiccano anche altri titolari, come il portiere polacco Wojciech Szczesny primo nel girone con la sua Polonia.

LEGGI ANCHE>>>Juventus, bilancio in perdite per 89,7 milioni. Confermato Paratici.

Juventus, ieri sette bianconeri nella Nations League

Giorgio Chiellini, capitano della Juventus e della Nazionale italiana (Getty Images)

L’Italia del capitano Giorgio Chiellini, Leonardo Bonucci e Federico Chiesa ha pareggiato 1-1 con l’Olanda allo stadio di Bergamo: 90 minuti per i primi due, 55 per Federico. Pari, 2-2 in rimonta con la Serbia, anche per la Turchia è stato il turno di Merih Demiral, in campo per tutto il match, mentre la Francia di Adrien Rabiot (sostituito al 74′) ha sconfitto, in trasferta, la Croazia con un risultato di 2-1.

LEGGI ANCHE>>>Caso Suarez, parla il presidente Agnelli: “Juventus estranea ai fatti…”

Successo, come dicevamo prima, anche per la Polonia di Wojciech Szczesny, il portiere bianconero insieme ai suoi compagni ha vinto 3-0 sulla Bosnia-Erzegovina, con la sua copertura a difesa della porta per tutta la gara. È uscita, invece, sconfitta dal Portogallo (3-0), la Svezia di Dejan Kulusevski, in campo per quasi tutto il match: 88 minuti. Una Juventus sempre più internazionale che aumenta di prestigio nell’organico. Pirlo ha in rosa una serie di campioni, altri che potrebbero diventarlo: l’obiettivo è saperli amalgamare bene al fine di raggiungere più risultati possibili.