Juventus, il confronto con il passato non premia Pirlo

0
38

La Juventus non ha iniziato questa stagione per come sperava. Ieri è arrivato un ko con il Barcellona che ha messo a nudo i limiti dei bianconeri.

Juventus
Juventus formazione @Getty

Bonucci e compagni sono sembrati in balia degli spagnoli e hanno confermato di non vivere un periodo particolarmente brillante, come confermano anche i pareggi arrivati in campionato contro Verona e Crotone. Il nuovo allenatore Pirlo, chiamato a prendere le redini della squadra, ancora non è riuscito a dare la sua impronta di gioco, che si vede solo a tratti. A parziale giustificazione il fatto di aver dovuto rinunciare a tanti elementi importanti in questa fase, da Alex Sandro fino a Ronaldo, che aspetta un tampone negativo per tornare a disposizione.

LEGGI ANCHE –>Juventus, si allunga lo stop di Alex Sandro: le partite che salterà

Juventus, i dati non sorridono a Pirlo

Juventus
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus (Getty Images)

Come ha sottolineato Sky Sport, dati alla mano, il rendimento della Juventus di Andrea Pirlo non regge il confronto con quelle di tre predecessori, ovvero Allegri, Conte e Sarri. Non è stata considerata la gara vinta a tavolino contro il Napoli per analizzare le statistiche messe a confronto. E’ chiaro che la sua squadra è ancora in una fase di costruzione e che ci vorrà magari ancora qualche partita per vedere una Juve al top, ma finora Pirlo con la sua squadra ha vinto solo due partite sulle sei giocate e segnato solo 9 reti (stesso dato di Allegri), mentre i gol subiti sono uguali a quelli subiti dalla squadra di Sarri, ovvero sei.

LEGGI ANCHE –>Cristiano Ronaldo, addio alla Juventus: stabilita la cifra