Juventus, buone nuove con i rientri di Alex Sandro e De Ligt

0
26

Ecco cosa cambia nello scacchiere tattico di Pirlo dopo i recuperi di Alex Sandro e di De Ligt, due varianti importanti.

Juventus
Alex Sandro infortunato, Juventus (Getty Images)

Juventus Alex Sandro De Ligt/ A dispetto di una situazione in classifica piuttosto balbettante, dopo il pareggio rimediato contro la Lazio sono arrivate notizie confortanti in casa Juventus. I recuperi di Alex Sandro e De Ligt, in questa fase della stagione, sono una boccata d’ossigeno per una retroguardia che ha mostrato non poche lacune nel reggere l’accoppiata campionato Champions League. Il brasiliano ha smaltito i postumi di quell’infortunio muscolare che lo tediava già da un paio di mesi: con il recupero dell’ex Porto, Pirlo non sarà costretto a gettare nella mischia il giovane Gianluca Frabotta, potendo contare sulle qualità di uno degli interpreti più importanti del suo ruolo.

Leggi anche–>Isco alla Juventus, calciomercato: l’affare si fa già a gennaio

Il laterale carioca è in grado di disimpegnarsi molto bene sia come terzino basso in una difesa a 4, sia come esterno alto di centrocampo a 5, sposandosi bene insomma con l’idea tattica del neo allenatore, che in questa primo scorcio di stagione ha fatto molto affidamento su Danilo, che agisce come difensore della difesa a 3: ruolo in cui Allegri provò anche Alex Sandro, ma con scarsi risultati.

Juventus, il rientro di De Ligt relega Bonucci in panchina?

Juventus
@Getty Images

Ancor più importante, se vogliamo, il rientro di De Ligt, operato tre mesi fa alla spalla, proprio dopo l’uscita dei bianconeri dalla Champions League per mano del Lione. L’olandese può rivelarsi una pedina utilissima, dal momento che la Vecchia Signora, da quello che si è visto in queste prime apparizioni, cerca di difendere alto, lasciando molto campo dietro ai due centrali. Mantra che l’assistito di Mino Raiola aveva sperimentato proprio negli anni di permanenza all’Ajax, e che non farebbe fatica a riproporre anche in Italia.

Leggi anche–>Alaba alla Juventus, calciomercato: le ultime sull’affare low cost

Assolutamente risolvibile, poi, è la questione relativa a chi tra Demiral, Chiellini e Bonucci debba fargli posto: l’ex capitano dei lancieri ha dimostrato la passata stagione di sapersi integrare al meglio con tutti i centrali in rosa, dimostrando una condizione atletica assolutamente invidiabile dopo un inizio un pò balbettante.