Juventus, che gioia vederti così: il futuro nei nuovi acquisti

0
238

Juventus, gli “azzardi” iniziali stanno già risultando conferme. La dirigenza ci ha creduto. I nuovi acquisti sono già certezze per il futuro

Juventus, Federico Chiesa @Getty

Juventus, ad inizio anno l’azzardo. La campagna acquisti bianconera è stata letteralmente rivoluzionaria. Per molti tifosi andare, ad esempio, su Federico Chiesa e spenderci tutti quei soldi, poteva sembrare azzardato e anche senza senso, ma come al solito la società ci ha visto giusto e con la solita lungimiranza. Chiesa ha il phisique du role ideale per essere il futuro della Juventus, il giocatore possiede tre importanti caratteristiche, che già stanno facendo differenza: dedizione, sacrificio ma soprattutto qualità. Tutti ingredienti per essere campione del domani ma forse già del presente, non solo alla Juventus ma anche in nazionale. E se guardiamo l’età di Federico, l’attaccante ha solo 23 anni, tutto fa ancora più gioire.

LEGGI ANCHE>>>Cristiano Ronaldo, prende corpo uno scambio col Paris Saint Germain

Juventus, che gioia vederti così: il futuro nei nuovi acquisti

Kulusevski e McKennie, Juventus (Getty Images)

Ma non solo Chiesa. La Juventus ha fatto azzardi importanti, andando addirittura a chiudere per un giocatore americano, per la prima volta nella storia del club. E anche qua, Paratici e company, ci hanno visto lungo. McKennie è la vera sorpresa di questa nuova Juventus by Andrea Pirlo. L’americano si è subito presentato con grinta pazzesca che poco a poco gli ha fatto conquistare anche la fiducia del maestro. Centrocampista classe 1998, McKennie è una vera e propria gemma in mediana. Un giocatore con una voglia di fare la differenza, per davvero. Proprio lo spirito ideale per rappresentare la Juventus: la voglia di vincere sempre.

LEGGI ANCHE>>>Grafica Sky Milan-Juventus, da polemica social a sberleffo

Su Kulusevski, ad essere sinceri, c’era da aspettarlo. Il giocatore si muove già come un fuoriclasse. Chi capisce di calcio già lo poteva intuire, bastava seguirlo al Parma. Lo svedese è un campione consolidato, sentire Ibra per conferme. Un interprete dalle doti formidabili e che possiede tutti i requisiti per diventare, davvero, un fuoriclasse. Ieri anche in pochi minuti ha sancito la differenza. Pirlo sta facendo di tutto per ritagliargli un posto da titolare.