Esame Suarez, Juventus beffata da una..bandierina. Addio imminente

0
653

Suarez e l’esame: Nedved e Paratici sarebbero stati ingannati da una bandierina presente nel sito Trasfermarket

Luis Suarez, Atletico Madrid (Getty Images)

Suarez Esame Farsa/ La dirigenza juventina sarebbe stata ingannata da una..bandierina. Ciò che emerge dalle colonne di Repubblica è assolutamente clamoroso, ed è doveroso fare chiarezza. Le vicissitudini legate all’esame ( o presunto tale) svolto da Luis Suarez per l’ottenimento del passaporto italiano sono note ai più. Così le conseguenze che tale “evento” ha suscitato, con la Procura di Perugia che ha aperto un’inchiesta per accertare il ruolo svolto dalla Juventus in questa vicenda.

Leggi anche–>Calciomercato Juventus, accordo fatto: sarà del Milan

L’edizione odierna del noto quotidiano svela altri retroscena. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, Pavel Nedved, a cui andrebbe attribuito il primo contatto con l’entourage del Pistolero, sarebbe stato ingannato da una bandierina italiana presente sul sito transfert market alla voce Luis Suarez. I dirigenti bianconeri, evidentemente, fidandosi dell’attendibilità del sito, credevano che l’uruguayano disponesse del passaporto comunitario, salvo poi ricredersi una volta portate avanti le trattative per il passaggio dell’attaccante sotto l’ombra della Mole.

Esame Suarez, furioso litigio tra Paratici e Nedved: la causa

Calciomercato Juventus
Luis Suarez (Getty Images)

Inconveniente che avrebbe originato una furiosa lite tra Paratici e Nedved: ecco perché l’ex braccio destro di Beppe Marotta starebbe meditando l’addio. Non è un caso, del resto, che le voci di un possibile addio di Paratici alla Juventus si siano rincorse con maggiore efficacia proprio in concomitanza dell’esame farsa di Suarez: tuttavia, come spiega la Repubblica, alla base del “malessere” di Paratici ci sarebbe soprattutto la volontà di cambiare aria, dopo undici anni di successi ottenuti in campo nazionale.

Leggi anche–>Calciomercato Juventus, bomba dalla Spagna: addio Demiral, i dettagli