Chiellini: «Dissi no all’Inter. Ibra è il mio miglior “nemico” che abbia mai avuto»

0
316

Giorgio Chiellini quando rilascia dichiarazioni non è mai banale. Anche stavolta le parole del capitano della Juventus hanno fatto il giro del mondo.

JuventusGiorgio Chiellini quando rilascia delle dichiarazioni non è mai banale. Mai dice cose scontate e afferma sempre concetti importanti. Che siano condivisibili o meno dipende dall’onestà intellettuale dei tifosi delle altre squadre. Ma quelli della Juventus lo adorano. «Per vincere i duelli con gli attaccanti bisogna essere pessimisti e prevedere il peggio. È il prezzo riservato ai giocatori “normali” come me o Barzagli. Attenzione, Andrea è stato un gradissimo difensore, ma noi non abbiamo le qualità da fuoriclasse di Sergio Ramos o Virgil van Dijk». L’intervista rilasciata a So Foot è bellissima e da leggere con attenzione.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Roma, le probabili formazioni. Fuori Kulusevski

Chiellini su Ibrahimovic

Juventus
Chiellini ritrovato, Juventus @Getty

I tasti toccati da Giorgio Chiellini interessano anche Ibrahimovic. «Zlatan? Devo trovare un rivale per dare il meglio. Stimo molto Ibra, ci rispettiamo. Eravamo compagni nella mia prima stagione alla Juve. Mai avuto paura di affrontarlo, mai fatto un passo indietro. È diventato nemico assoluto passando all’Inter, poi semplice avversario al Milan o in Nazionale. Mi fa molto piacere vincere un duello». A proposito dei nerazzurri, svela un aneddoto non di secondo piano. «Quando avevo 16 anni e giocavo in Serie C, l’Arsenal mi propose una cifra enorme da poco meno di 200 milioni di lire a stagione, però non mi sentivo pronto e non volevo tradire il Livorno. Col senno di poi, fui un folle a rifiutare. La stessa cosa è successa quando mi chiesero di firmare per l’Inter, non ero pronto e non volevo tradire Livorno».