Pagelle Juventus Inter, Coppa Italia: Demiral un gigante, De Ligt mura Lukaku

0
710

Voti e pagelle di Juventus Inter

Pagelle Juventus Inter/ Da pochi istanti si è conclusa Juventus Inter. Una partita che nel soprattutto primo tempo non ha regalato particolari emozioni e che è terminata sul risultato di 0-0

 

Leggi anche–>Calciomercato Juventus, arriva l’esterno per Pirlo: colpo dalla Serie A

 

Juventus

Buffon 6: Non si rende protagonista di interventi clamorosi, alcune volte deve porre fine alla manovra dal basso dei bianconeri che, pressati da Lukaku e compagni, in più di una circostanza corrono qualche rischio

De Ligt 7 L’olandese lo preferisce a Chiellini e l’ex Ajax sfodera una prestazione di assoluto valore. Marcare Lukaku non è per tutti, ma l’assistito di Mino Raiola dimostra una fisicità non indifferente, pressando alto il belga

Demiral 7,5: Il migliore dei suoi. Sbatte la porta in faccia ad almeno 3 occasioni potenzialmente pericolose dell’Inter, agendo su Lautaro Martinez come un’ombra costante per tutti i 90 minuti di gioco

Danilo 6,5 Ordinato, pulito, intelligente. Dà tranquillità a tutto il reparto, esibendosi in un paio di disimpegni apparentemente complicati; ma non per lui, autore di una stagione fin qui molto positiva

Alex Sandro 6: Si prospettava una gara dura per il brasiliano, e così è stata. La freccia Hakimi fa il bello e il cattivo tempo: un paio di strappi del marocchino stordiscono l’ex Porto, che comunque cerca in qualche modo di porre fine alle strabordanti azioni del suo collega di reparto

Cuadrado 5,5: Sbaglia un paio di disimpegni pericolosi in fase difensiva, regalando chances pericolose agli avversari; si rifa nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo, quando gli uomini di Pirlo alzano il baricentro della loro azione.

Bernardeschi 6 Buona prova del Berna, al quale Pirlo affida il ruolo di contenere le sfuriate di Barella.

Rabiot 6,5 Il francese non solo dà dinamismo, ma anche grandissima forza fisica. Alcune sue sortite mettono in difficoltà l’Inter

Bentancur 5,5 Sciupa un paio di occasioni in contropiede potenzialmente pericolose, traccheggiando troppo con il pallone tra i piedi; sono almeno due gli errori da matita blu in fase di impostazione

Ronaldo 6,5 Il baricentro della Juve è basso, ma il portoghese tiene da solo in apprensione tutta la retroguardia nerazzurra. Il periodo di forma è ottimo, e il lusitano lo dimostra, ingaggiando un duello personale con Handanovic che vede questa volta vincitore lo sloveno, autore di almeno due interventi importanti.

Kulusevski 5,5: Per abnegazione ed utilità tattica in fase “difensiva” meriterebbe qualcosa in più: la pressione su Brozovic ( non asfissiante) ha l’intento di inaridire le line di gioco della squadra di Conte, che comunque riescono a trovare soluzione alternative. Lo svedese è comunque un attaccante, ma negli ultimi 20 metri si fa vedere molto poco: si segnala soltanto un guizzo intorno al 40′ quando dopo una buona serpentina serve a Cr7 un ottimo pallone

McKennie 6,5: Entra e subito fa sentire la sua presenza, dando vivacità ad un reparto che stava soffrendo troppo le galoppate di Hakimi