Juventus-Lazio, assenze pesanti anche per Inzaghi: le ultime

0
3807

Juventus-Lazio, anche la squadra biancoceleste con delle assenze pesanti. Emergenza difesa per Simone Inzaghi che si affiderà a Lulic

Simone Inzaghi Allegri juve
Simone Inzaghi (Getty Images)

Nemmeno la Lazio, domani, arriverà al meglio alla gara dell’Allianz contro la Juventus. Problemi in difesa per Simone Inzaghi, che non potrà contare sicuramente su Lazzari e Luiz Felipe. Due titolari. C’è anche qualche dubbio relativo a Radu: anche lui dovrebbe dare forfait.

Per il resto la Lazio cambierà comunque poco. Non ci sono dubbi sugli altri titolari al momento con Reina tra i pali, e Marusic che si abbasserà dietro per formare insieme a Hoedt (in ballottaggio con Parolo che potrebbe stravolgere le cose) e Acerbi il pacchetto arretrato. A centrocampo spazio a Lulic e Fares sugli esterni, mentre Milinkovic, Leiva e Luis Alberto giostreranno in mezzo al campo. In attacco, confermata la coppia Immobile-Caicedo.

LEGGI ANCHE: Juventus-Lazio, probabile formazione: debutto dal primo minuto.

LEGGI ANCHE: Pirlo: «Non sono i giovani il problema della Juventus»

Juventus-Lazio: i biancocelesti avversari tosti

Juventus
Immobile, pericolo numero uno (getty images)

All’andata la rete di Caicedo a tempo scaduto spense l’urlo in gola di una vittoria che sarebbe stata meritata per la Juventus. Domani sarà altrettanto difficile avere la meglio sulla squadra di Inzaghi, nonostante le assenze. La truppa allenata da Andrea Pirlo non arriva al massimo della condizione psico-fisica, e gli stop, sopratutto a livello difensivo, mettono in difficoltà il tecnico bianconero.

La soluzione tattica però potrebbe essere quella di far pendere l’azione a sinistra: in quella zona di campo la Lazio si affiderà a Marusic – che un centrale difensivo non è – ed a Lulic, che dopo un anno di inattività è tornato in campo da poco tempo. Lì La Juve potrebbe cercare di piazzare il colpo importante, sfruttando la velocità di Bernardeschi (se sarà lui ad essere impiegato a sinistra) e la qualità di Ronaldo, che molto spesso si allarga per prendere quella parte di campo.