Juventus eliminata, i social insorgono: la reazione dei tifosi

0
527

Juventus nuovamente eliminata agli ottavi di finale di UCL. Risultato amarissimo che non fa felice i tanti tifosi che sui social si sfogano.

Juventus eliminata dalla Champions League (Getty)

Juventus eliminata dalla Champions League. Di nuovo agli ottavi. Risultato amarissimo che non fa felici i tifosi, che per l’ennesimo anno si vedono infrangere il sogno Champions agli ottavi, la coppa dalle grandi orecchie sembra – ormai – maledetta. Un risultato inaccettabile viste le aspettative e i piani mercato. Il primo indiziato social è proprio lui, il fuoriclasse portoghese con il numero 7: Cristiano Ronaldo comprato soprattutto per arrivare a quella coppa “maledetta”, pagato la bellezza di 31 milioni a stagione, ieri sera “Sembrava Casper il fantasma” (scrive Ivano su Twitter). I supporter della Vecchia Signora accusano il fuoriclasse portoghese di non essersi impegnato a sufficienza. Ma ora? Cosa sarà del futuro? Tutto in bilico partendo dalla posizione di Pirlo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, per i tifosi Pirlo ha fallito: c’è già il sostituto

Juventus eliminata, i social insorgono: la reazione dei tifosi

Juventus Porto, Champions League (Getty)

I tifosi non sono felici dell’attuale situazione della Juventus, come il supporter Plax che su Facebook analizza la prematura eliminazione dalla competizione, facendo il punto sul mercato: “Tutto è iniziato col piede sbagliato, lo è dall’addio di Allegri, lo era già l’anno scorso. L’attacco inesistente di stasera è la prova concreta, senza dimenticare un centrocampo incompleto, senza regista. La società deve risponderne”. Proprio la dirigenza bianconera è la più “bersagliata” dai tanti tifosi delusi dell’ennesima – prematura – eliminazione dalla Champions League.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, ora sembra sicuro: se ne va a fine stagione

Il Porto si è dimostrato avversario di valore ma poteva comunque, data la qualità della rosa bianconera, essere battuto. Tanti episodi sfortunati: la traversa di Cuadrado o i rigori negati fra andata e ritorno hanno condizionato un match partito male. Nel primo tempo la Juventus non ha giocato a livello. Chiesa unico leader consolidato, almeno in questo momento, ci ha messo la faccia nel post partita, facendo una mea culpa generale. Ora bisogna ripartire, puntare agli altri obiettivi: la finale di Coppa Italia e lo scudetto, nonostante i 10 punti che separano i bianconeri dall’Inter dell’ex Antonio Conte.