Derby della Mole, Sanabria si esalta sui resti della Juve salvata da Cr7 e Chiesa

0
224

Altra partita imbarazzante della squadra di Pirlo, che pareggia il derby della Mole al termine di una gara infarcita da errori

Torino Juventus derby / Sono finite le attenuanti. Ora basta. Quella andata di scena al Grande Torino onestamente si fa fatica a riconoscere come Juve. La compagine bianconera non sta attraversando il suo periodo di forma migliore ( per usare un eufemismo), ma questo non spiega l’atteggiamento e la superficialità che Cristiano Ronaldo e compagni hanno mostrato al cospetto di un Toro operaio, che ha saputo capitalizzare al massimo i regali concessi dalla squadra di Pirlo. La cui panchina barcolla pericolosamente.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, c’è la pedina per arrivare all’attaccante

E pensare che i bianconeri erano riusciti persino a passare in vantaggio, con il solito Federico Chiesa, che ora come ora sembra predicare nel deserto. Come spesso è capitato in questo campionato, Madama non riesce a chiudere la partita, e alla prima disattenzione, crolla: tiro forte di Mandragora, Szczesny non orienta la ribattuta e Sanabria deposita in rete il più facile dei goal. Il copione si ripeta dopo dieci secondi o poco più dal fischio d’inizio della ripresa, quando Kulusevski consegna un cioccolatino tra i piedi dell’attaccante, che supera De Ligt in velocità e beffa Szczesny sul suo palo. Tanti, troppi regali per un’accozzaglia di individualità, e niente più. Sterile la reazione juventina, che si concretizza in un paio di azioni del solito Chiesa e di Cristiano Ronaldo, che nel finale riesce a trovare il pareggio con l’incornata vincente. Pareggio che sa di resa, al netto delle assenze e degli errori