Perez difende Agnelli e sbotta contro la Uefa e Ceferin

0
312

Florentino Perez ha difeso Agnelli dalle accuse lanciate da Ceferin: «Intollerabile che parli così di un presidente di un grande club».

Real Juve Perez
Florentino Perez, patron del Real Madrid (Getty Images)

Florentino Perez ha spiegato nel dettaglio cosa sarà la Super League e perché è fondamentale per il futuro del calcio. Lo ha fatto in un’intervista a “El Chiringuito TV” che ha fatto il record di ascolti. «Siamo giunti alla conclusione che facendo la Super League al posto della Champions potremo coprire le ingenti perdite dovute alla crisi. La Uefa non minacci, ma dialoghi. Questo progetto è la salvezza del calcio, con la riforma della Champions proposta da Ceferin nel 2024 saremmo già tutti falliti. Quando si parte? Il prima possibile».

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, con Allegri in panca pronti tre acquisti

Perez e la difesa di Agnelli

Dirigenza Juventus, Andrea Agnelli (Getty)

Il numero uno del Real Madrid va poi nel dettaglio: «La Uefa oggi propone un format per la Champions League incomprensibile a tutti e per il 2024. Ma nel 2024 tutti i club sarebbero così già morti. La Uefa e la Fifa si erano opposte anche alla nascita della nuova Coppa Campioni, ma questa Champions sta perdendo interesse. La cosa attrattiva è che le grandi squadre giochino tra di loro. Io non sono padrone del Real, il Real è dei suoi soci, io sono qui per salvare il calcio. Un Real Madrid-Manchester o un Barcellona-Milan sono più attrattivi di sfide con squadre modeste che partecipano alla Champions». Poi attacca la Uefa difendendo Andrea Agnelli. «Non si può dire in pubblico una cosa del genere a un presidente del genere. Questa cosa va cambiata, non vogliamo un presidente Uefa che insulti il presidente di un grande club. Non è la Uefa che vogliamo. Tutti cambiamo in meglio, in un’Europa democratica non può succedere, o sei favorevole o sei contrario, ma non può succedere una cosa del genere».