Trezeguet, saluti con polemica: «Allegri? Meglio uno straniero. Del Piero, non capisco»

0
637

David Trezeguet saluta il mondo della Juventus con un’intervista che farà discutere. Da Allegri ad Ibra fino alla questione legata a Del Piero.

JuventusDavid Trezeguet saluta la Juventus con un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Non è stata un’intervista banale, tanto che il francese ha detto lassa su ogni argomento. In almeno tre passaggi è entrato in rotta di collisione con le strategie della Vecchia Signora. Quando poi si è parlato del suo fraterno amico Del Piero, è andato fino in fondo. «Non so perché Alex non sia alla Juve. E’ per l’ultimo rinnovo di contratto? Non lo so, una cosa così però per me si può sistemare prendendo un caffè insieme».

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Pogba lascia il Manchester United | C’è lo scambio

Trezeguet su Allegri e Cristiano Ronaldo

David Trezeguet © Getty Images

Giovedì Trezeguet ha lasciato la Juve e il suo ruolo da ambasciatore. Ora aspetta una chiamata dal mondo. Nel frattempo ha fatto le pulci alla sua vecchia squadra. «La Juve è ancora un riferimento in Italia. E’ praticamente l’ultimo club con una proprietà italiana e qui domina. A livello internazionale no, questo è chiaro. La problematica per me è la mentalità. Il mondo di pensare calcio italiano non va più bene. In Italia ci si difende bassi e si chiede agli attaccanti di risolvere. Si gestisce l’andata in vista del ritorno. All’estero tutti vanno a tutta velocità, sempre. Io sono per i cambi radicali: dopo Allegri, mi sarebbe piaciuto un allenatore straniero. I tedeschi avevano squadre piene di giocatori di due metri, poi è arrivato Guardiola e un movimento è cambiato. Certo, so che ci sono problemi». Infine l’analisi su Cristiano Ronaldo. «Prendere CR7 è stato un colpo di genio. Nessuno aspettava CR7 in un club che ha sempre avuto la grande attenzione al bilancio nel dna. Certo, c’è stato qualche problema coi compagni, si è visto, ma ha segnato 100 gol».