Juventus-Chelsea, la rifinitura | Allegri ritrova gli “oggetti misteriosi”

0
174

Juventus-Chelsea, la rifinitura. Alla Continassa si rivedono anche gli “oggetti misteriosi”. Un recupero sicuro, l’altro è quasi pronto

Rabiot @Getty images

Rifinitura in casa Juventus, prima della conferenza stampa di Massimiliano Allegri che è prevista alle 19. Domani si scende in campo in Champions League contro i campioni d’Europa in carica: un impegno ostico per i bianconeri, che non potranno contare sulle prestazioni di Dybala e Morata che salteranno anche il derby di domenica. Torneranno dopo la sosta i due attaccanti. E c’è curiosità per capire, tra poco, quali saranno le indicazioni del tecnico della Juve sulla formazione che scenderà in campo contro gli uomini di Tuchel: soprattutto chi affiancherà Kean davanti. Il ballottaggio interessa Chiesa e Kulusevski.

Intanto proprio in questi minuti, alla Continassa, si sta svolgendo la rifinitura. E per il tecnico c’è un recupero sicuro. Mentre un altro ha svolto la prima parte insieme alla squadra e quindi, potrebbe essere arruolabile già sabato contro il Torino. Ma non verranno certamente forzati i tempi.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, Atletico e Tottenham non mollano | Corsa a tre

LEGGI ANCHE: Juventus-Chelsea, annuncio di Tuchel | Ufficiali quattro indisponibili

Juventus-Chelsea, si rivedono Rabiot e Arthur

Juventus
Arthur @Getty

Si sono rivisti infatti sia Rabiot che Arthur alla Continassa. Il francese domani quindi probabilmente sarà in campo, sicuramente tra i convocati. Il brasiliano invece, dopo aver superato il problema della calcificazione ossea, ha ripreso almeno in parte a lavorare con i compagni. Poi, nel secondo step dell’ultimo allenamento prima della gara di Champions League, ha svolto un lavoro differenziato.

Due elementi che comunque torneranno utili. Soprattutto l’ex Barcellona, nel momento in cui sarà pienamente disponibile, potrà aiutare Locatelli in mezzo al campo. Arthur potrebbe riprendersi il posto in mezzo al campo, con l’ex Sassuolo che verrà spostato. Così da poter avere più spazio in avanti per attaccare l’area di rigore avversaria.