Juventus Roma, Allegri a Dazn | Triplo annuncio a sorpresa

0
47

Juventus-Roma, le parole di Allegri a Dazn: ecco come il tecnico livornese ha analizzato la gara contro i giallorossi.

Juventus
Allegri @Getty

Serviva una vittoria contro la Roma, e i tre punti alla fine sono arrivati: al termine di una gara maschia, combattuta colpo su colpo, la Juve è riuscita a conquistare la quarta vittoria consecutiva in campionato, la sesta nelle ultime sette partite considerando anche i successi contro Malmoe e Chelsea. Ai microfoni di DAZN, Max Allegri ha detto la sua: “Un bel risultato, per la terza volta non abbiamo preso goal. All’inizio abbiamo cercato di prenderli alti, ma sono stati molto bravi: poi abbiamo giocato ancora noi, abbiamo fatto un bel goal, normale che dobbiamo crescere. Abbiamo dei giocatori con caratteristiche di contropiede, quando giochiamo un pò in più o ci addormentiamo o ci innervosiamo. Nel calcio succedono molte cose: oggi Szczesny ha ridato il suo valore, ma la squadra ha giocato di squadra, per certi aspetti anche con un buon palleggio, bisogna migliorare negli ultimi 30 metri, ma piano piano ci arriveremo.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, il Barça si tira fuori: strada spianata!

Sapevamo che sarebbe stato complicato, anche prima della partita: la Roma avrebbe meritato ampiamente il pareggio. Gli episodi ci hanno premiato fortunatamente, ma credo che abbiano fatto una grande partita. Stasera mancavano Dybala, De Ligt, Rabiot, ma quando tutti giocano con quello spirito è più difficile fare goal per gli altri, chiaramente bisogna migliorare, rallentiamo quando c’è da rallentare, bisogna accelerare quando si deve. Le qualità di De Sciglio, di Kean, di Arthur, di Bernardeschi sono note, devono stare tranquilli. Mattia lo conosco da 10 anni, ha fatto metà della carriera che poteva fare: qualche limite deve averlo caratterialmente, ma anche Rugani, Pellegrini sono ragazzi che stanno crescendo, con qualità, che possono darci una mano.”

Sull’Inter

Era più importante vincere oggi, un altro passettino: bisogna cementare anche la qualificazione in Champions, all’Inter penseremo a venerdì. Sono arrivato, non conoscevo le caratteristiche dei giocatori nuovi: un pò di danni ne ho fatti anche io all’inizio, ora cercherò di farne di meno per dare tanto a questi ragazzi.”