Calciomercato Juventus, bocciatura totale | Cessione immediata

0
36

Calciomercato Juventus, la bocciatura è stata totale dopo la partita di ieri sera. A gennaio va via: destinazione Premier League

La bocciatura è totale. Sì, perché nonostante Massimiliano Allegri abbia deciso di buttarlo nella mischia dal primo minuto in una delle partite più sentite della stagione, ha nuovamente deluso.

McKennie, Juventus @getty images

Non ci sono stati passi in avanti per quanto riguarda McKennie: l’americano, nella sfida contro l’Inter, ha perso un’altra occasione per cercare di evitare la cessione che ormai a gennaio appare inevitabile. Il centrocampista, soprattutto nel secondo tempo, ha avuto per due volte l’occasione per andare a chiudere l’azione e magari pareggiare prima la gara contro l’Inter. Ma non ha capito le giocate prima di Kulusevski e poi di Chiesa, che hanno mezzo due palloni invitantissimi in mezzo all’area ma che non sono stati raccolti da nessuno. Lì ci doveva essere proprio Weston, così come rimarcato anche dopo la partita da Massimiliano Allegri.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, la doppia beffa dell’ex | Addio ai “bianconeri”

Calciomercato Juventus, cessione immediata in Premier League

Calciomercato Juventus
Paratici ©Getty Images

A gennaio, secondo quanto riportato da calciomercato.it, il centrocampista dovrebbe lasciare la Juventus. Si spera anche in maniera definitiva, visto che mai è entrato nelle grazie dell’allenatore livornese. E la soluzione più immediata potrebbe anche essere la Premier League, dove il Tottenham di Paratici, che già in estate ci aveva fatto un pensiero, potrebbe ritornare all’assalto. La Juve lo ha riscattato dallo Schalke per 25 milioni di euro. E a meno di quella cifra non avrebbe intenzione di cederlo. Sarebbe un bel tesoretto da poter investire sul mercato di gennaio per aumentare il livello qualitativo della rosa di Massimiliano Allegri.

Potrebbe quindi arrivare in aiuto Fabio Paratici, l’ex di turno che ha portato McKennie alla Juventus e che lo potrebbe riprendere. Ci spera Cherubini principalmente, che avrebbe la possibilità di intervenire in maniera decisa su altre soluzioni.