Calciomercato Juventus, tradimento Cristiano Ronaldo: addio immediato

0
52

Calciomercato Juventus, clamorosa indiscrezione rilanciata sul futuro di Cristiano Ronaldo: cosa è successo.

CR7 ©Lapresse

Una bomba lanciata dalla Spagna e che ha fatto immediatamente il giro del mondo. Sono sobbalzati dalla sedia i fan di Real Madrid e Manchester United. Peccato che si tratti di uno scherzo: il 28 dicembre in Spagna è il giorno della “inocentada” (il pesce d’aprile iberico). E la stampa spagnola si è divertita a lanciare una bomba, che ha scatenato i tifosi. Cristiano Ronaldo si sarebbe offerto al Barcellona, per trasferirsi nella Liga già nella finestra invernale del mercato. L’indiscrezione arriva da Mundo Deportivo, che parla di contatti diretti tra il fuoriclasse portoghese e Xavi. Tutto grazie all’intervento di Gerard Piquè, amico di entrambi. Nelle ultime ore Jorge Mendes si sarebbe messo al lavoro con il presidente del Barcellona Laporta. I rapporti tra il numero uno del Barça (viene riportato dal tabloid) e l’agente portoghese potrebbe essere la chiave per chiudere l’operazione.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, dietrofront Dybala | La nuova data della firma

Cristiano Ronaldo, la burla di Natale

Il Re ©Lapresse

A prescindere dalla burla, Cristiano Ronaldo non è contento della sua seconda avventura a Manchester. Si aspettava un inizio di stagione meno complicato e i metodi di Ragnick non lo hanno convinto. Il tabloid spagnolo parla di una telefonata con Piquè (suo ex compagno allo United) per sondare il terreno e cercare un approccio con il Barcellona. Il difensore ha riportato a Xavi la voglia di CR7 di trasferirsi in Spagna e si sarebbe mosso anche con Messi, chiedendogli la disponibilità di affittare la sua casa al rivale storico. “Basta che si prenda cura dei sette palloni d’oro e non ne vinca altri”, la risposta che Messi (secondo Mundo Deportivo) avrebbe dato a Piquè. L’ostacolo principale per il passaggio di Ronaldo al Barcellona sarebbe il numero uno della Liga Tebas, che non vedrebbe di buon occhio un’operazione del genere nell’ottica del fair play finanziario. Ma la suggestione ha poi lasciato spazio alle risate.