Calciomercato Juventus, addio Kean | L’ultima bomba dalla Francia

0
47

Calciomercato Juventus, addio Kean: l’ultima bomba dalla Francia. Anche se l’operazione rimane impraticabile per un “problema” burocratico

La bomba l’hanno lanciata dalla Francia. Spiegando che la Juventus potrebbe anche decidere di cedere Moise Kean per arrivare a Mauro Icardi. Ma la trattativa, rivelata da Il Parisien, è burocraticamente impraticabile.

calciomercato juventus
Kean @LaPresse

Intanto, partiamo da un fatto: Icardi in bianconero può solamente arrivare in un modo. In prestito, magari anche secco. E un faccia a faccia tra l’attaccante e il Psg dovrebbe esserci proprio in queste ore. Per prendere una decisione insieme e capire se sia corretto cercare di andare avanti oppure lasciarsi almeno per qualche mese e poi rivalutare il tutto nel corso della prossima estate. Insomma, una chiarezza, che potrebbe così dare il via libera a Cherubini per cercare l’affondo decisivo e per regalare ad Allegri quell’attaccante che al tecnico serve, vista anche la possibile partenza di Alvaro Morata.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, bomber per Allegri: attesa finita | C’è il faccia a faccia

Calciomercato Juventus, Kean rimane

Allegri (Getty)

Come detto il giornale francese ha parlato di un possibile inserimento di Kean nella trattativa. Ma non è una cosa fattibile. Il motivo è presto spiegato: l’attaccante bianconero, prima di arrivare a Torino, ha anche giocato con l’Everton e per le regole della Fifa non è possibile per un calciatore giocare in tre club nella stessa stagione.

In poche parole, Moise rimarrà in bianconero. Anche se fino al momento ha deluso. Poche reti. Molti infortuni che lo hanno tenuto lontano dal terreno di gioco. Potrebbe sicuramente tornare utile nella corso della stagione, qualora riuscisse a mettersi alle spalle i problemi fisici che ne hanno caratterizzato i primi mesi della sua seconda avventura in bianconero. Lo spera sicuramente Allegri, ma anche i tifosi juventini che sognano di tornare nei posti più consoni della classifica. E perché no, andare avanti il più possibile anche in Champions League.