Calciomercato Juventus, cessione lampo: accordo coi granata

0
89

Calciomercato Juventus: il calciatore torna in Serie A e si accasa al club granata. Prestito interrotto col club di Serie B.

Non solo operazioni in entrata: la Juventus del neo presidente, Gianluca Ferrero guarda anche al mercato in uscita e si prepara a cedere in prestito un suo giocatore a una squadra di Serie A. Un giocatore, in realtà già in prestito, ma in Serie B, che, nelle prossime ore, dovrebbe cambiare squadra e quindi categoria per accasarsi alla Salernitana di Davide Nicola.

Calciomercato Juvenrtus: Nicolussi-Caviglia verso il prestito alla Salernitana.
Massimiliano Allegri ©LaPresse.

Stiamo parlando ovviamente di Hans Nicolussi-Caviglia che, attualmente legato al Sudtirol, in Serie B appunto, è pronto a lasciare la società trentina per legarsi al sodalizio granata del presidente, Danilo Iervolino. Un trasferimento sicuramente importante, quello in Campania, che permetterà al centrocampista classe 2000 di cimentarsi finalmente con quella massima serie solo assaporata nella stagione 2018-2019.

Calciomercato Juventus, la Salernitana chiude per il prestito di Nicolussi-Caviglia: battuta la concorrenza di Lecce e Cremonese

Autore di due gol in 17 presenze in Serie B con la maglia del Sudtirol, Hans Nicolussi-Caviglia, come detto, è pronto a lasciare il freddo del Trentino Alto Adige per volare al caldo di Salerno dove ad attenderlo c’è la Salernitana di Davide Nicola. Una Salernitana che, dopo aver piazzato il colpo Ochoa dal Club America, è vicinissima all’accordo con la Juventus per il duttile centrocampista 22enne che, salvo ribaltoni, potrebbe essere a disposizione del club granata già per il match contro il Milan, in programma mercoledì prossimo alle 12.30.

Calciomercato Juventus: Nicolussi-Caviglia alla Salernitana.
Hans Nicolussi-Caviglia in azione con la maglia del Sudtirol ©LaPresse.

Un trattativa lampo, quella chiusa dal direttore sportivo dei campani, Morgan De Sanctis che, stando a quanto scritto sulle pagine de Il Mattino avrebbe battuto la concorrenza di Lecce e Cremonese, con questi ultimi che avevano provato a convincere la Vecchia Signora sulla scia dell’affare Fagioli risalente allo scorso anno.