“Sei o nove punti di penalizzazione”: hanno fatto fuori la Juventus

0
344

La sentenza sulla Juventus: il giorno dopo la semifinale contro il Siviglia, arriva il commento deciso del giornalista

Il giornalista di ‘Libero’, Fabrizio Biasin ha parlato ai microfoni di TVPLAY-calciomercato.it, parlando di diversi argomenti relativi all’Inter e alla Juventus.

Juventus Allegri
Massimiliano Allegri @LaPresse

Biasin ha parlato delle polemiche relative alla partita di ieri tra Juventus e Siviglia, soprattutto per quell’episodio da calcio di rigore che ha visto protagonista Adrien Rabiot. Di seguito le parole del giornalista: “Nel momento in cui vengono confermati i capi d’accusa non so se saranno sei o nove punti, ma penso si voglia togliere la Juventus dalla zona Europa, però è solo una sensazione, non ho certezze in merito. Chi ne sa la interpreta in questo modo, quindi la punizione dovrebbe essere quella, con i mille interrogativi del caso”. Biasin è intervenuto anche in merito alla scelta di Massimiliano Allegri di schierare Leonardo Bonucci da primo minuto in una gara decisiva come la semifinale di Europa League. ll difensore italiano, tra l’altro, ha anche chiesto il cambio per un problema fisico accusato nel secondo tempo, lasciando il posto a Gatti, autore del gol che tiene a galla i bianconeri.

Juventus, Biasin deciso: “Vogliono toglierla dalla zona Europa. La scelta su Bonucci…”

Di seguito le parole di Biasin sulla scelta di schierare Bonucci: “Anche le scelte di Allegri sono curiose, nelle due partite più importanti dell’ultimo periodo sceglie di schierare un giocatore dal passato gloriosissimo, ma dal presente faticoso come Bonucci mi ha lasciato perplesso. Sono scelte che non comprendo francamente”.

Bonucci Juventus
Bonucci LaPresse

Biasin ha proseguito con una sua personale analisi tattica sulla Juve di Allegri: Nella Juventus ho visto di nuovo grossi problemi di natura tattica, c’era una squadra lunghissima, un disastro tattico, credo che se la sia cavata con il cuore, l’unità di intenti l’ha salvata. Il Siviglia però a tratti faceva 60 metri a palla al piede, cose che non si possono vedere. L’idea di un calcio più difensivo di Allegri a me non dispiace, se lo fai perché sei in difficoltà e gli avversari ti schiacciano allora non va bene. Ieri in campo a livello tattico si sono viste cose disastrose, il pareggio è anche giusto, ma c’erano 70 metri di distanza tra attacco e difesa”.