Juventus, dall’addio alla titolarità: ha conquistato Allegri, rinnovo in vista

0
55

Lo scenario si è ribaltato: da esubero a perno della Juventus di Allegri. Adesso il rinnovo è vicino

Massimiliano Allegri ha avuto il merito di lanciare tanti giovani talenti negli ultimi due anni e mezzo. Da Fabio Miretti a Samuel Iling-Junior, Matias Soulé, Barrenechea.

Allegri ha rivitalizzato McKennie
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Ma soprattutto Kenan Yildiz che sta diventando sempre più protagonista in questa stagione e rappresenta già un patrimonio per il club. Tra i suoi meriti, però, c’è anche quello di aver rivitalizzato alcuni giocatori che sembravano finiti nel dimenticatoio. Uno su tutti Weston McKennie che sta diventando sempre più indispensabile per lo scacchiere del tecnico livornese. Il centrocampista americano era reduce dalla stagione in prestito al Leeds United che gli ha permesso di confrontarsi con un campionato come la Premier League. Al rientro dal prestito la Juventus era convinta di trovargli una nuova sistemazione ma la preparazione estiva ha fatto ricredere Allegri e la società.

Allegri ha rivitalizzato McKennie: Juventus al lavoro per il rinnovo

McKennie ha iniziato ad avere un ruolo importante all’interno della squadra e la sua duttilità si è rivelata preziosa.

McKennie ha conquistato la Juventus, rinnovo in vista
Weston McKennie ©LaPresse

Nel girone d’andata appena concluso ha interpretato più ruoli, sia quello di mezz’ala (ruolo naturale) che quello di esterno destro a tutta fascia nel 3-5-2. Non ha ancora trovato gol in questa prima parte di stagione, ma ha fornito 2 assist e soprattutto prestazioni di livello. Il suo contratto è in scadenza a giugno 2025 ma presto potrebbe arrivare il prolungamento. La Juventus ha già avviato i contatti per il rinnovo del texano che ha conquistato la Juve e ha trovato la dimensione ideale per rendere al meglio. A 25 anni è in una fase di mezzo della carriera in cui ha già acquisito una sufficiente esperienza per gestire certe pressioni ma allo stesso tempo anche con margini di crescita importanti. Allegri ormai lo considera indispensabile e difficilmente ne farà a meno in questa stagione.