Juventus-Sassuolo, Allegri avvisa: “Sono entrambi recuperati, ci saranno”

0
49

Juventus-Sassuolo, mister Allegri ha parlato così in conferenza stamp pre match di campionato. Ecco cosa ha detto.

Domani un’altra sfida cruciale, c’è bisogno di stare dietro all’infermabile Inter che continua a macinare punti ma che, in caso di vittoria dei bianconeri, rimane solo a 2 punti sopra i bianconeri. La Juventus vuole ottenere risultati importanti e domani non sarà una sfida semplice ma c’è la voglia e un ambiente determinato a raggiungere la vetta.

Massimiliano Allegri: Jordan Henderson il nome giusto
Massimiliano Allegri  (Foto LaPresse) juvelive.it

Mister Allegri ha risposto così alle domande dei giornalista riguardo la sfida cruciale di domani all’Allianz Stadium, i dettagli:

Il gruppo lavora bene e sappiamo l’importanza della sfida di domani. Una squadra che ha grandi qualità tecniche nei singoli. Domani sera per noi sarà importante per ottenere punti. Dobbiamo fare la differenza sotto l’aspetto tattico. Vogliamo avere entusiasmo che abbiamo nei risultati.

Rabiot domani? Sta bene. Ci sono lui e Chiesa, entrambi recuperati. Saranno determinanti. Valuterò domani in dettaglio. Mancano Gatti e McKennie squalificati.

Dubbi in attacco? Devo valutare, Yildiz e Milik fanno bene, idem Vlahovic. Recupereremo pure Chiesa. Stamane Kean ha fatto esame di risonanza e sta bene pure lui e speriamo di riaverlo il prima possibile.

Yildiz e Chiesa a spalle di una punta? In questo momento no. Abbiamo equilibri che non lo permettono, magari più avanti.

Come si fa a fare l’allenatore? Non lo so (ride)

Domani una partita fondamentale, dobbiamo valutare di volta in volta. Mai andare troppo in là facendo conti prima. Evitiamo casini.

Yildiz e Chiesa insieme e Weah? Weah cresce e può anche migliorare. Per quanto riguarda Yildiz e Chiesa possono coesistere ma abbiamo altri equilibri che bisogna mantenere.

Tifosi riconquistati? Non è questione di riaverli conquistati, stiamo facendo un buon lavoro ed è merito soprattutto dei ragazzi. Noi che stiamo in dintorno siamo tutti importanti e cerchiamo di fare al meglio per dare il massimo tutti insieme.

L’Inter ha una squadra costruita per vincere lo scudetto, la Juve, oggi, ha un percorso diverso. Noi dobbiamo lavorare senza metterci in testa l’ossessione che dobbiamo vincere, dobbiamo dare il massimo ma vedere i risultati in crescita.

Chi gioca in difesa domani? Domani il dubbio è Alex Sandro. Devo vedere se giocherà in difesa.

Kean e Bernardeschi? Kean lo vedo tutti i giorni ed è un giocatore della Juve su cui contiamo molto. Bernardeschi è un giocatore del Toronto.